Concorso per educatori: 7 posti nell'Unione delle Terre d'Argine

Pubblicato il 05 Aprile 2019 16:48

EdiSES consiglia

Resta aggiornato

Seguici su Facebook

Concorsi comunali, Concorsi Scuola

Concorso per educatori: 7 posti nell'Unione delle Terre d'Argine

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 26 del 2 aprile 2019 è stato pubblicato un bando di concorso per educatori d’infanzia, per soli esami, per la copertura di 7 posti, categoria C, a tempo indeterminato e pieno, presso l’area servizi educativi e scolastici dell’Unione delle Terre d’Argine.
Scarica il bando

Requisiti di ammissione

Oltre ai requisiti generici per l’accesso ai concorsi pubblici, è richiesto il possesso di almeno uno dei seguenti requisiti specifici legati a regolamenti nazionali e/o regionali:

  • Diploma di maturità rilasciato dal liceo socio-psico-pedagogico;
  • Diploma di dirigente di comunità infantile rilasciato dall’istituto tecnico femminile;
  • Diploma di operatore dei servizi sociali;
  • Laurea triennale in Scienze dell’educazione e della formazione, classe L-19;
  • Diploma di Laurea in Scienze della formazione primaria di cui al decreto del Ministro dell’università e della ricerca scientifica e tecnologica, di concerto con il Ministro della pubblica istruzione, 26 maggio 1998;
  • Titoli equipollenti riconosciuti dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca.

Per l’elenco completo dei titoli si rimanda alla lettura del bando.

Domande di partecipazione

Le domande di ammissione al concorso per educatori d’infanzia indetto da quest’Ente, redatte su carta semplice, indirizzate al Dirigente del Settore Amministrazione e Sviluppo delle Risorse Umane dell’Unione delle Terre d’Argine dovranno pervenire entro e non oltre le ore 12.30 del giorno 07/05/2019 in una delle seguenti modalità:

  • consegna a mano;
  • mediante raccomandata A.R.;
  • a mezzo posta elettronica certificata proveniente da indirizzo di posta elettronica mittente anch’essa certificata (PEC), all’indirizzo PEC: risorse.umane@pec.terredargine.it;
  • via fax al n. 059/649662

Prove d’esame e suggerimenti per lo studio

Il concorso prevede le seguenti prove d’esame:

  • prima prova scritta: breve tesi proposta dalla Commissione inerente alle materie d’esame;
  • seconda prova scritta:  a contenuto teorico-pratico, è diretta ad accertare, mediante l’esame e la risoluzione di un caso pratico, l’attitudine del Candidato all’analisi delle problematiche amministrative dell’Ente Locale;
  • Verifica della conoscenza della lingua inglese e dell’uso degli strumenti e delle applicazioni informatiche più diffuse: prova pratico teorica volta ad accertare la conoscenza della lingua inglese e la conoscenza dell’uso degli strumenti e delle applicazioni informatiche più diffuse
  • prova orale: simulazione che avrà il fine di riprodurre dinamiche, confronti e tematiche di un gruppo di lavoro di educatrici di nido d’infanzia.

Come prepararsi alle prove?

concorso-insegnanti-nelle-scuole-dell-infanzia-comunali
Per la preparazione alle prove d’esame è disponibile il Manuale EdiSES per Educatori
Il testo affronta in maniera completa e precisa tutti gli argomenti correlati all’insegnamento e all’educazione dei bambini nelle scuole dell’infanzia ed è indicato per tutte le prove di selezione.
ACQUISTA
Per le prove di inglese e informatica, consulta i volumi specifici:

 

Calendario delle prove

Il calendario delle prove sarà pubblicato sul sito internet dell’Unione, nella pagina dedicata al concorso, dopo la scadenza del termine per la presentazione delle domande, con un preavviso di 15 giorni.
Per tutti gli aggiornamenti, segui il nostro calendario delle scadenze.
Sei interessato ai concorsi per educatori d’infanzia? Segui Infonconcorsiil motore di ricerca dedicato al mondo dei concorsi pubblici e scopri come attivare una notifica per ricevere tutti gli aggiornamenti sulle nuove opportunità.

Di più sull’autore

Diletta Prezioso

Laureata in Architettura, innamorata della progettazione sostenibile, appassionata di web e comunicazione. Nella vita, come nel lavoro, cerco sempre di onorare il motto di un grande architetto: Less is more.

Condividi questo articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close