concorso dirigenti scolastici 2023

Regolamento Concorso Dirigenti Scolastici 2023: pubblicato in Gazzetta il documento ufficiale

È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 22 dicembre 2022 il Regolamento del concorso per dirigenti scolastici (decreto n. 194 del 13 ottobre 2022, in vigore dal prossimo 6 gennaio). Il decreto rappresenta il primo passo verso il concorso poiché ne detta la disciplina generale (che sarà poi dettagliata dal bando che fisserà anche il numero di posti a disposizione).

Il concorso si svolgerà su base regionale e non più nazionale e saranno aboliti il corso di formazione e il tirocinio con l’obiettivo di ridurre i tempi e stilare graduatorie il prima possibile.

Requisiti per la partecipazione al Concorso Dirigenti Scolastici

Il concorso dirigenti scolastici 2023 è aperto esclusivamente al personale docente con almeno 5 anni di servizio nelle istituzioni scolastiche ed educative del sistema nazionale di istruzione. Ai candidati è richiesto inoltre, il possesso dei requisiti generali per l’accesso ai concorsi pubblici e di uno dei seguenti titoli di studio:

  • laurea magistrale;
  • laurea specialistica;
  • diploma di laurea conseguito secondo gli ordinamenti didattici previgenti al decreto ministeriale 3 novembre 1999, n. 509;
  • diploma accademico di secondo livello rilasciato dalle istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica;
  • diploma accademico di vecchio ordinamento congiunto con diploma di istituto secondario superiore

In cosa consiste il concorso per Dirigenti Scolastici 2023: le prove d’esame

Il concorso prevede le seguenti prove d’esame:

  • preselezione (in caso di elevato numero di candidature) – 50 domande a risposta multipla sugli stessi ambiti disciplinari della prova scritta. Non è prevista la pubblicazione della banca dati.
  • prova scritta – 5 quesiti a risposta aperta più due quesiti in lingua inglese (questi ultimi consistono in due brani in lingua seguiti ciascuno da cinque quesiti a risposta multipla). La prova scritta, computer-based, sarà unica per tutto il territorio nazionale e si svolgerà nella regione per la quale il candidato ha presentato domanda di partecipazione, nelle sedi individuate dagli USR. Nel corso della prova scritta, i candidati possono utilizzare codici in cui siano presenti leggi e atti aventi forza di legge, purché non commentati o annotati con dottrina e giurisprudenza. Non sono ammessi fonti di rango secondario e contratti collettivi nazionali di lavoro, circolari ovvero note ministeriali.
  • prova orale – colloquio sulle materie della prova scritta che verifica la capacità di risolvere un caso professionale, su elementi di informatica e lingua inglese

Le materie d’esame: 8 ambiti disciplinari di riferimento

Ecco gli 8 ambiti disciplinari oggetto della prova d’esame:

  • Normativa riferita al sistema educativo di istruzione e di formazione e agli ordinamenti degli studi in Italia con particolare attenzione ai processi di riforma in atto;
  • Modalità di conduzione delle organizzazioni complesse, con particolare riferimento alla realtà delle istituzioni scolastiche ed educative statali;
  • Processi di programmazione, gestione e valutazione delle istituzioni scolastiche, con particolare riferimento alla predisposizione e gestione del Piano triennale dell’offerta formativa, all’elaborazione del Rapporto di autovalutazione, del Piano di miglioramento e della Rendicontazione sociale, nel quadro dell’autonomia delle istituzioni scolastiche e in rapporto alle esigenze formative del territorio;
  • Organizzazione degli ambienti di apprendimento, con particolare riferimento all’inclusione scolastica, all’innovazione digitale e ai processi di innovazione nella didattica, all’interno di una adeguata progettazione pedagogica;
  • Organizzazione del lavoro e gestione del personale, con particolare riferimento alla realtà del personale scolastico;
  • Valutazione ed autovalutazione del personale, degli apprendimenti e dei sistemi e dei processi scolastici;
  • Elementi di diritto civile e amministrativo, con particolare riferimento alle obbligazioni giuridiche e alle responsabilità tipiche del dirigente scolastico, nonché di diritto penale con particolare riferimento ai delitti contro la Pubblica amministrazione e in danno di minorenni;
  • Contabilità di Stato, con particolare riferimento alla programmazione e gestione finanziaria presso le istituzioni scolastiche ed educative statali e relative aziende speciali;
  • Sistemi educativi dei Paesi dell’Unione europea.

Preparazione Concorso dirigenti scolastici 2023 testi consigliati

Per la preparazione al concorso Dirigenti Scolastici 2023 sono disponibili i manuali Edises di teoria e test completamente in linea con il programma d’esame.

Competenze giuridiche, amministrative, finanziarie e gestionali

acquista

Competenze socio psico-pedagogiche, relazionali e organizzative del Dirigente Scolastico

acquista

Test commentati su tutti gli ambiti disciplinari richiesti in sede d’esame
Con simulatore

acquista

simulazione online

Vuoi metterti subito alla prova? Accedi alla versione demo gratuita del software di simulazione EdiSES >>

Tabella di corrispondenza tra programma d’esame e manuali Edises

Per aiutarti nello studio la redazione EdiSES ha predisposto una tabella di corrispondenza tra programma d’esame e manuali per la preparazione al Concorso Dirigenti Scolastici.

Preparazione al concorso Dirigenti Scolastici: tabella di corrispondenza

Inserisci un indirizzo mail valido




Concorso Dirigenti Scolastici: altri testi consigliati

All’interno del catalogo Edises sono disponibili ulteriori testi consigliati per la prerarazione al concorso Dirigenti Scolastici.

In particolare:

Preside, la sfumatura di un mestiere: il volume raccoglie una serie di casi pratici e rappresenta un valido strumento per arricchire lo studio e in particolar modo per esercitarsi al colloquio orale.

Legislazione scolastica: aggiornato a tutte le principali novità normative rilevanti per il settore, il volume costituisce un prezioso strumento di preparazione ai concorsi in cui è richiesta la conoscenza della normativa relativa al settore dell’istruzione.

La prova di inglese per i concorsi DS: tutti gli argomenti della prova scritta e orale in lingua inglese

Quando sarà pubblicato il bando?

Per ricevere aggiornamenti iscriviti al gruppo Telegram per ricevere news e aggiornamenti in tempo reale.