Ministero della Cultura: corso-concorso per dirigenti

Il Ministero della Cultura ha indetto un concorso pubblico, per esami, per l’ammissione di 75 allievi al corso-concorso selettivo di formazione dirigenziale per il reclutamento di 50 dirigenti di seconda fascia, da inserire nel ruolo della dirigenza tecnica del Ministero della cultura (GU n° 97 del 7 dicembre 2021).

I dirigenti saranno inseriti nelle seguenti aree: archivi e biblioteche, soprintendenze archeologia, belle arti e paesaggio, musei.

Requisiti e domande di partecipazione

Il concorso dirigenti Ministero della Cultura è aperto a tutti i candidati in possesso dei requisiti generali necessari per la partecipazione ai concorsi pubblici e dei seguenti requisiti specifici:

  • una delle lauree magistrali indicate per ogni profilo nell’art. 3 del bando
  • uno dei seguenti requisiti:
    dottorato di ricerca in uno degli ambiti relativi al profilo per cui si concorre, indicati sempre all’art. 3 del bando
    se dipendente di ruolo di una pubblica amministrazione, 5 anni di servizio svolti in posizioni attinenenti a quella per cui si concorre (art. 3 del bando)

La domanda di partecipazione al concorso deve essere inviata entro il 28 dicembre 2021 esclusivamente online utilizzando le proprie credenziali SPID. Ai candidati è richiesto anche il possesso di PEC personale.

Le prove d’esame

Il concorso prevede le seguenti fasi di selezione:

  • preselezione eventuale: si svolgerà nel caso in cui pervenga un numero di domande tre volte superiore il numero dei posti messi a concorso. La prova consisterà nella soluzione di 60 quesiti a risposta multipla
  • prima prova scritta: sarà comune alle tre aree e mirerà a verificare le conoscenze e le competenze dei candidati nelle materie giuridiche ed economiche applicate all’ambito del patrimonio culturale. La traccia prevede anche una specifica domanda a cui deve essere fornita risposta in lingua inglese
  • seconda prova scritta: consisterà nella redazione di un elaborato per verificare le conoscenze e le competenze dei candidati negli ambiti che caratterizzano ognuna delle tre aree. Anche in questa prova arà prevista una specifica domanda a cui si dovrà rispondere in lingua inglese
  • prova orale: prevede un colloquio sulle materie specifiche per ogni profilo e sulle capacità organizzative e manageriali in rapporto a specifiche situazioni proprie del ruolo dirigenziale. Inoltre, sarà valutato anche il possesso di adeguate conoscenze informatiche e digitali e della lingua inglese

In seguito alle prove saranno formate tre graduatorie per l’ammissione ai tre distinti corsi.

Il corso-concorso sarà coordinato dalla SNA con la Fondazione scuola dei beni e delle attività culturali e durerà 12 mesi, comprensivi di un periodo di applicazione presso il Ministero della cultura.

Come prepararsi

Per le materie di diritto oggetto delle prove d’esame consulta i volumi della collana dei MiniManuali EdiSES.

Per la verifica di inglese e informatica sono disponibili i volumi specifici EdiSES.

Calendari delle prove e aggiornamenti sul concorso

L’11 febbraio 2022 nella Gazzetta Ufficiale – Concorsi sarà pubblicato l’avviso relativo al calendario e alle sedi di svolgimento dell’eventuale prova preselettiva.