Accademia Guardia di Finanza: banditi 57 posti per l’a.a. 2015/2016

Pubblicato il 30 Gennaio 2015 13:50

EdiSES consiglia

Resta aggiornato

Seguici su Facebook

Concorsi Militari, Guardia di Finanza

Accademia Guardia di Finanza: banditi 57 posti per l’a.a. 2015/2016

In questa settimana sono usciti i 2 bandi di concorso per l’ammissione nell’anno accademico di 57 allievi ufficiali per l’Accademia della Guardia di Finanza di Bergamo; precisamente 50 posti sono nel ruolo normale al primo anno del 115° corso , e 7 sono nel ruolo aeronavale al primo anno del 14° corso aeronavale .
Nello specifico, nel ruolo aeronavale i 7 posti disponibili sono cosi’ ripartiti:
a) 3 posti nella specializzazione “pilota militare”;
b) 4 posti specializzazione “comandante di stazione e unita’ navale”.
accad_1
In questo articolo esplichiamo i punti principali del bando: per una Guida completa allo studio e all’organizzazione delle Accademie Militari, ma anche requisiti di partecipazione al concorso e consigli per la preparazione, puoi scaricare le Guide Gratuite Edises.
Seguici sulla nostra pagina Facebook per rimanere sempre aggiornato sui concorsi militari!
Per entrambe i ruoli i requisiti sono si seguenti, ovvero possono partecipare al concorso:
 
a) gli ispettori e i sovrintendenti del Corpo in servizio che alla data del 1° gennaio 2015, non abbiano superato il ventottesimo anno di età e, quindi, siano nati in data successiva al 1° gennaio 1987 (compreso) e che non siano stati dichiarati non idonei all’avanzamento o, se dichiarati non idonei all’avanzamento, abbiano successivamente conseguito un giudizio di idoneità e siano trascorsi almeno cinque anni dalla dichiarazione di non idoneità, ovvero non abbiano rinunciato all’avanzamento nell’ultimo quinquennio;
b) i cittadini italiani che:
1) abbiano, alla data del 1° gennaio 2015, compiuto il diciassettesimo anno di età e non superato il ventiduesimo, cioè, siano nati nel periodo compreso tra il 1° gennaio 1993 ed il 1° gennaio 1998, estremi inclusi;
2) abbiano, se minorenni alla data di presentazione della domanda, il consenso dei genitori o del genitore esercente la potestà o del tutore per contrarre l’arruolamento volontario nella Guardia di finanza;
3) siano in possesso dei diritti civili e politici;
4) non siano stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego presso una pubblica amministrazione, ovvero prosciolti, d’autorità o d’ufficio, da precedente arruolamento nelle Forze armate e di polizia;
5) non siano stati ammessi a prestare il servizio civile nazionale quali obiettori di coscienza, ovvero abbiano rinunciato a tale status, ai sensi dell’art. 636, comma 3, del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66;
6) non siano stati dimessi, per motivi disciplinari o per inattitudine alla vita militare, da accademie, scuole, istituti di formazione delle Forze armate e delle Forze di polizia dello Stato;
7) non siano imputati, non siano stati condannati, ovvero non abbiano ottenuto l’applicazione della pena ai sensi dell’art. 444 c.p.p. per delitti non colposi, ne’ siano o siano stati sottoposti a misure di prevenzione;
8) siano in possesso delle qualita’ morali e di condotta stabilite per l’ammissione ai concorsi della magistratura ordinaria. L’accertamento di tale requisito viene effettuato d’ufficio dal Corpo della guardia di finanza.

2. Tutti i candidati devono, inoltre, possedere un diploma di istruzione secondaria di secondo grado che consenta l’iscrizione a corsi di laurea specialistica o magistrale, ma possono partecipare anche coloro che, pur non essendo in possesso del previsto diploma alla data di scadenza per la presentazione delle domande, lo conseguano nell’anno scolastico 2014/2015.
Preparati al concorso nell’Accademia della Guardia di Finanza con la collana EdiSES a cura di Patrizia Nissolino
Sempre per entrambe i ruoli, le prove concorsuali sono:
a) una prova preliminare (test logico-matematici e culturali);
b) una prova scritta di cultura generale;
c) una prova di efficienza fisica;
d) l’accertamento dell’idoneita’ attitudinale;
e) l’accertamento dell’idoneita’ psico-fisica;
f) tre prove orali;
g) una prova facoltativa di una lingua straniera;
h) una prova facoltativa di informatica;
i) visita medica di incorporamento.
Le 3 prove orali, nello specifico, sono:
a) un esame di storia ed educazione civica (durata massima 15′);
b) un esame di geografia (durata massima 15′);
c) un esame di matematica (durata massima 15′).
 

Di più sull’autore

Condividi questo articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close