Concorso DSGA

Concorso DSGA: pubblicato il nuovo regolamento

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 231 del 3 ottobre il decreto regolamento del concorso per DSGA – Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi con entrata in vigore 18 ottobre.

Dunque, la pubblicazione del bando di concorso è sempre più vicina.

Il decreto disciplina (anzi, conferma quanto abbiamo già anticipato in questo articolo) i requisiti e le prove d’esame.
Di seguito tutti i dettagli.

Concorso DSGA: chi può partecipare

In base a quanto riportato nel decreto, possono partecipare al prossimo concorso DSGA i candidati in possesso dei requisiti requisiti generali per la partecipazione ai concorsi pubblici e dei seguenti titoli di studio:

  • LMG/01 Giurisprudenza;
  • LM-87 Servizio sociale e politiche sociali;
  • LM-52 Politiche internazionali;
  • LM-56 Scienze dell’economia;
  • LM-62 Scienze della politica;
  • LM-63 Scienze della pubblica amministrazione;
  • LM-81 Scienze per la cooperazione allo sviluppo;
  • LM-88 Sociologia e ricerca sociale;
  • LM-90 Studi europei;
  • LM-77 Scienze economico-aziendali.

Sono validi anche i titoli equipollenti conseguiti all’estero ai sensi della normativa vigente. I candidati possono presentare la domanda di partecipazione per una sola regione.

Quali sono le prove di concorso DSGA?

I candidati al concorso DSGA dovranno sostenere una prova scritta, computer-based, e una prova orale volte ad accertare le competenze degli aspiranti.

La prova scritta sarà unica per tutto il territorio nazionale e consisterà nella risoluzione 60 quesiti, in 120 minuti, sulle seguenti materie:

  • Diritto Costituzionale e Diritto Amministrativo con riferimento al diritto dell’Unione europea. Il sistema delle fonti del diritto pubblico e amministrativo. La Costituzione. Le fonti, principi e istituti del diritto dell’Unione Europea. Rapporti tra il diritto dell’Unione Europea e il diritto nazionale. Lo Stato e gli enti pubblici. Tipologie delle organizzazioni amministrative: ministeri, agenzie, enti, società con partecipazione pubblica, autorità indipendenti. Gli enti territoriali. Ordinamento, funzioni e poteri delle Regioni e degli enti locali. Rapporti organizzativi: gerarchia, direzione, autonomia, indipendenza, coordinamento. Il rapporto di lavoro alle dipendenze di soggetti pubblici: dirigenti e dipendenti. Le situazioni giuridiche soggettive. Diritti soggettivi e interessi legittimi. L’attività dell’amministrazione pubblica: funzione attiva, consultiva e di controllo. La disciplina dei controlli. Il controllo di gestione, il controllo strategico. Discrezionalità amministrativa e tecnica. Gli atti e i provvedimenti amministrativi. La patologia degli atti amministrativi. Il procedimento amministrativo, la formazione degli atti con particolare riferimento al DPR 445/2000 e al D.lgs 82/2005 e relative regole tecniche. Trasparenza, Protezione dei dati personali e accesso agli atti, con particolare riferimento agli atti della scuola. Gli accordi e i contratti della Pubblica Amministrazione. La responsabilità della pubblica amministrazione e dei suoi agenti. La giustizia amministrativa. Il sistema di tutela giurisdizionale.
  • Diritto civile. Le obbligazioni in generale. Le fonti delle obbligazioni. Le obbligazioni pecuniarie. L’adempimento. I modi di estinzione delle obbligazioni diversi dall’adempimento. L’inadempimento e la responsabilità. Obbligazioni con pluralità di soggetti. Le modifiche soggettive del rapporto obbligatorio. Il contratto in generale. Il contratto e gli atti unilaterali. Validità e invalidità del contratto. Rappresentanza. Effetti del contratto. Risoluzione e rescissione del contratto. Interpretazione del contratto. Responsabilità contrattuale, Libro IV, Titolo III – Dei singoli contratti. La responsabilità patrimoniale. Le cause di prelazione. La conservazione della garanzia patrimoniale. La responsabilità civile.
  • Contabilità pubblica con particolare riferimento alla gestione amministrativo contabile delle istituzioni scolastiche. La finanza e la contabilità pubblica (finanza pubblica), le fonti ed i principi della finanza, il bilancio, la formazione del bilancio e la manovra finanziaria. La contabilità delle Istituzioni Scolastiche: Le fonti normative, leggi e regolamento di contabilità; La gestione finanziaria e contabile, i principi della gestione finanziaria, le risorse finanziarie (procedure e titoli giuridicamente validi di previsione e accertamento delle entrate); Le scritture contabili obbligatorie; Il Programma annuale, la gestione dell’esercizio finanziario, verifiche e modifiche al Programma annuale; Il Conto Consuntivo; Il servizio di tesoreria. La gestione patrimoniale delle istituzioni scolastiche: gli inventari, ruolo compiti e responsabilità del DSGA. L’attività negoziale delle istituzioni scolastiche: Le fonti normative; Le fasi del processo di definizione della spesa (determina, selezione dei fornitori – criteri di scelta e confronto delle offerte -, impegno di spesa e liquidazione); Le diverse tipologie di contratto; Il Mercato elettronico della PA e le centrali di committenza. Compiti dei revisori dei conti. Il rendimento dei conti: conti amministrativi e conti giudiziari. Il rendiconto finanziario. Conto del bilancio e conto del patrimonio. Il funzionario delegato. Il sistema dei controlli: il controllo nell’amministrazione dello Stato. I controlli di legittimità e regolarità amministrativa e contabile. Il controllo di gestione. Il controllo successivo sulla gestione di pertinenza della Corte dei conti: il procedimento di controllo e le modalità di svolgimento. La responsabilità: penale, disciplinare, amministrativa e civile, con particolare riferimento al personale scolastico. La responsabilità dirigenziale. La responsabilità patrimoniale del dipendente scolastico. La giurisdizione della Corte dei conti: i giudizi di conto e di responsabilità. I rimedi giurisdizionali. L’esecuzione delle decisioni. La scuola e i fondi strutturali UE.
  • Diritto del lavoro, con particolare riferimento al pubblico impiego contrattualizzato. Principi generali del diritto sindacale. La libertà sindacale nella Costituzione e nel c.d. Statuto dei lavoratori. L’autonomia collettiva (la struttura della contrattazione collettiva, l’inderogabilità e l’efficacia del contratto collettivo). Il CCNL Comparto Istruzione e Ricerca, Norme CCNL Comparto Scuola vigenti. Lo sciopero e le altre forme di lotta sindacale (la regolamentazione dell’esercizio del diritto di sciopero nelle leggi 146/1990 e 83/2000). Il rapporto di lavoro subordinato: natura e caratteristiche. Differenze rispetto al contratto di lavoro autonomo. La tipologia dei rapporti di lavoro (a tempo indeterminato, a termine, apprendistato e lavoro temporaneo). Il lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche. Il processo di privatizzazione. Le riforme nel pubblico impiego (dal decreto Brunetta alla riforma Madia) L’accesso ai pubblici uffici e organizzazione degli uffici. La dirigenza pubblica. Il rapporto di pubblico impiego del personale ATA, con particolare riferimento al DSGA. I doveri del pubblico dipendente. Il codice di comportamento. La tutela del dipendente pubblico che segnala illeciti: il whistleblowing. Il dovere di esclusività. I diritti dell’impiegato. Il sistema dei controlli. Poteri e obblighi del datore di lavoro. La responsabilità dell’impiegato. Il luogo della prestazione di lavoro. La mobilità. Orario, ferie, permessi congedi. Estinzione del rapporto di impiego. Controversie di lavoro nel pubblico impiego.
  • Legislazione scolastica con riferimento alla scuola e la formazione nella Costituzione italiana. L’organizzazione amministrativa (centrale e periferica) del Ministero dell’Istruzione. Il d.lgs. 16 aprile 1994, n. 297 (T.U. delle disposizioni normative vigenti in materia di istruzione) e successive modificazioni. L’istituzione scolastica autonoma. La gestione dell’offerta formativa. La governance della scuola. Le competenze delle autonomie territoriali in materia di istruzione. Il sistema educativo di istruzione e formazione. La scuola dell’infanzia e il primo ciclo di istruzione. Il secondo ciclo di istruzione. Norme comuni ai cicli scolastici. La scuola dell’inclusione. Scuola trasparente e digitale
  • Ordinamento e gestione amministrativa delle istituzioni scolastiche autonome e stato giuridico del personale scolastico. Il personale della scuola. Dirigente scolastico e docenti. Inquadramento funzionale e giuridico. La gestione delle relazioni sindacali. La contrattazione integrativa di istituto. Il personale delle istituzioni educative. Il personale supplente. DSGA e personale A.T.A. Inquadramento funzionale e giuridico. Il rapporto di lavoro del personale A.T.A.. Costituzione del rapporto di lavoro a tempo indeterminato e a tempo determinato. Gli istituti specifici: organici ATA e mobilità. I diritti e doveri del personale A.T.A. La responsabilità disciplinare del personale A.T.A. DS e DSGA, competenze a confronto. Le competenze del DSGA. Il potere di firma del DSGA. Le funzioni delegabili dal DS. Il DSGA e gli Uffici amministrativi della scuola. Le attività della segreteria. La gestione documentale della scuola. Documenti amministrativi e dematerializzazione nella scuola. I documenti informatici e il sistema delle firme. La posta elettronica certificata. Il sito istituzionale. L’archivio, il protocollo informatico. Le autocertificazioni. I fascicoli scolastici. Il Regolamento di istituto. L’organizzazione della sicurezza nella scuola.
  • Diritto penale con particolare riguardo ai delitti contro la Pubblica Amministrazione. Il reato in generale. Delitti contro la Pubblica Amministrazione: da articolo 314 ad articolo 335 bis, da articolo 357 ad articolo 360, codice penale.

La prova orale, della durata di 50 minuti, sarà volta ad accertare la preparazione professionale dei candidati sugli argomenti sopraindicati a cui si aggiungono le conoscenze di lingua inglese e degli strumenti informatici. La padronanza dell’inglese sarà testata attraverso la lettura e la traduzione di un testo a scelta della Commissione esaminatrice.

Manuale di preparazione

Manuale per la preparazione al concorso 2022 per DSGA (Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi) aggiornato alle ultime novità normative, comprende tutte le principali nozioni teoriche richieste agli aspiranti DSGA. Incluso con l’acquisto l’accesso all’area riservata in cui sono disponibili approfondimenti, test di verifica e testi normativi.

acquista

simulazione online

Vuoi metterti subito alla prova? Accedi alla versione demo gratuita del software di simulazione EdiSES >>

Quando uscirà il bando del concorso DSGA?

Con la pubblicazione del decreto regolamento del concorso per DSGA – Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi manca poco alla pubblicazione del bando di concorso. Non perdere tutte le novità attivando una notifica su Infoconcorsi per ricevere aggiornamenti in tempo reale.