Bonus docenti 500 euro: le ultime novità

Pubblicato il 01 Settembre 2016 14:05

EdiSES consiglia

Resta aggiornato

Seguici su Facebook

Edises informa, Info e risorse

Bonus docenti 500 euro: le ultime novità

Con una nota del 29 agosto 2016 il MIUR fornisce ulteriori indicazioni in merito alla “Carta del docente”, indicando le modalità di rendicontazione delle spese sostenute dal personale docente (anche neo-ammessi in ruolo) per la formazione e l’aggiornamento professionale tramite il bonus di 500 euro.
La stessa nota indica la proroga al 15 ottobre del termine ultimo per la presentazione della documentazione agli uffici amministrativi delle istituzioni scolastiche, inizialmente fissato per il 31 agosto 2016.

Quali sono i documenti che giustificano le spese sostenute?

Costituiscono documenti che certificano l’utilizzo dell’importo erogato e delle spese sostenute: 

  • lo scontrino fiscale,
  • la ricevuta fiscale,
  • la fattura
  • la ricevuta del bonifico bancario
  • il biglietto per la partecipazione ad eventi

Rientrano nel bonus anche gli acquisti on-line per i quali è necessaria la fattura o un documento che attesti l’acquisto.
La documentazione va consegnata in originale o in copia dichiarata conforme all’originale sotto propria responsabilità. È possibile rendicontare le spese sostenute entro il 31 agosto 2016, ma tale vincolo non riguarda i docenti che hanno ricevuto il bonus dopo il 1° agosto: questi ultimi potranno spenderlo e rendicontarlo entro il 15 ottobre.
Per la rendicontazione il Ministero ha messo a disposizione il Modello A.

Bonus 500 euro: le spese possibili

Il bonus di 500 euro erogato a favore dei docenti può essere utilizzato per:

  • iscrizione a corsi  di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali, svolti da enti accreditati presso il MIUR, a corsi di laurea, di laurea magistrale, specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale, ovvero a corsi post laurea o a master universitari inerenti al profilo professionale;
  • acquisto di libri e di testi, anche in formato digitale, di pubblicazioni e di riviste;
  • acquisto di  hardware e software;
  • rappresentazioni teatrali e cinematografiche;
  • ingresso a musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo;
  • iniziative coerenti con le attività individuate nell’ambito del piano triennale del POF e del piano di miglioramento delle scuole e del Piano nazionale di formazione.

Per ulteriori dettagli sull’utilizzo del bonus leggi le FAQ del MIUR

Bonus 500 euro: date da ricordare

In sintesi, ecco le date da ricordare:

  • 31 agosto: ultimo giorno utile per effettuare acquisti da rendicontabili (data posticipata al 15 ottobre per i docenti che hanno ricevuto il bonus 2015/2016 dopo il 1° agosto)
  • 15 ottobre: termine ultimo per la consegna dei documenti giustificativi delle spese sostenute nell’anno scolastico 2015/2016
  • 31 ottobre: entro questa data gli uffici amministrativi delle istituzioni scolastiche comunicano agli USR gli esiti delle verifiche  della documentazione raccolta attraverso il Modello B
  • 15 novembre: entro questa data gli Uffici Scolastici regionali comunicano alla Direzione Generale delle Risorse Umane e Finanziarie le risultanze dei dati inviati dalle scuole

Di più sull’autore

Francesca Pietropaolo

Una vita tra libri, riviste e web per professione e per diletto... la domanda è: esiste una linea di confine? Giornalista pubblicista, in Edises da Gennaio 2016 per la gestione della comunicazione e il coordinamento dei blog aziendali.

Condividi questo articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close