atti amministrativi enti locali

Gli atti degli enti locali relativi all’area amministrativa

Tutte le prove concorsuali finalizzate all’assunzione di personale negli enti locali richiedono la conoscenza delle specifiche aree di competenza dell’ente territoriale di riferimento nonché la capacità di redigere gli atti specifici e tipici di competenza di ciascuna area amministrativa.

Per questo motivo nel manuale “Guida alla redazione degli atti degli Enti locali” l’autore si è soffermato, in particolare, sull’esame della disciplina sia teorica sia pratica degli atti e dei provvedimenti adottati dall’area amministrativa, dall’area finanziaria, area tecnica ed area di vigilanza.

In questo articolo analizziamo gli atti adottati dall’area amministrativa di un ente locale (es. un Comune).

Gli atti relativi al settore demografico

Nel manuale “Guida alla redazione degli atti degli Enti locali ” si è precisato che i Servizi Demografici sono gli uffici che si occupano del controllo della popolazione essi, in particolare: tengono ed aggiornano il registro di popolazione che comporta le tempestive registrazioni del movimento demografico dei cittadini che risiedono nel Comune, rilasciano le relative certificazioni; tengono ed aggiornano i registri di Stato Civile (Cittadinanza, Nascita, Matrimonio, Morte), tengono ed aggiornano le liste elettorali e si occupano delle consultazioni elettorali.

I Servizi Demografici si dividono in quattro grandi categorie di servizi offerti: Anagrafe, Stato Civile, Elettorale e AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero).

In ogni Paese che intenda considerarsi civile è fondamentale garantire gli status dei propri cittadini (cittadinanza, nascita, matrimonio, unione civile, morte). Il servizio dello stato civile ha la funzione di acclarare tali status attraverso la registrazione amministrativa di tutti gli eventi, le dichiarazioni e manifestazioni di volontà, i fatti giuridici che costituiscono, modificano o estinguono le connesse condizioni e situazioni personali, mediante appositi atti giuridici detti appunto atti di stato civile, soggetti ad accertamenti e particolari forme di pubblicità.

Il sindaco è ufficiale dello stato civile ed agisce in questo ruolo come ufficiale di governo: le funzioni di ufficiale dello stato civile vengono delegate dal sindaco ai dipendenti del comune, per i quali è necessario superare un apposito corso di abilitazione alle funzioni, al fine di garantire un livello di formazione adeguato alla complessità delle mansioni da svolgere. L’ufficiale di stato civile forma, conserva ed aggiorna gli atti di stato civile, ed è tenuto ad uniformarsi alle istruzioni impartite dal Ministero dell’Interno.

L’anagrafe della popolazione residente è la registrazione di tutte le persone che hanno stabilito la loro residenza in Italia, con la sola esclusione dei cittadini stranieri irregolari. Solo dall’adempimento scrupoloso ed immediato di detti obblighi nasce la regolare tenuta dell’anagrafe, e cioè di una banca dati che, in ogni momento deve rispecchiare la reale situazione di fatto.

Nel manuale “Guida alla redazione degli atti degli Enti locali”  sono stati riportati ben 17 esempi pratici di atti idonei a coprire l’intera gamma di atti che possono essere adottati dagli uffici competenti.

acquista

L’attività anagrafica, di competenza dello Stato è gestita dai comuni, oltre a rappresentare unostrumento fondamentale a tutela della sicurezza, costituisce labase di numerosi altri servizi pubblici, quali quello elettorale, scolastico, sanitario, assistenziale, tributario, che attingono alla fonte anagrafica per le notizie necessarie alle loro funzioni.

Il compito del servizio elettorale è quello di garantire che l’universale diritto dei cittadini di partecipare alla vita democratica del Paese, attraverso consultazioni elettorali, possa essere esercitato.

Tale compito, per legge, è affidato al Responsabile dell’ufficio elettorale comunale, che deve adempiere con efficienza e tempestività ai numerosi e delicati compiti che la legge assegna, sotto la “sovrintendenza” del sindaco nella sua qualità di ufficiale di governo. Gli adempimenti dell’ufficio elettorale comunale sono tutti dettati da precise leggi la cui inadempienza determina l’intervento sostitutivo dell’Ufficio territoriale del Governo (Prefettura), con sanzioni anche penali nei confronti del responsabile dell’ufficio elettorale.

Tra i compiti più complessi ed impegnativi del Responsabile dell’ufficio elettorale comunale nella veste di Ufficiale elettorale, rientra la revisione e l’aggiornamento delle liste elettorali, cioè valutare sulla base di documentazione se il cittadino ha i requisiti per essere elettore.

A titolo di esempio si riporta l’esempio n. 10 relativo all’estratto per riassunto di un atto di unione civile.

Gli atti relativi al settore socio-assistenziale

Ci si può rivolgere ai Servizi Socio Assistenziali di base per richiedere tutte le prestazioni elencate nella presente Carta dei Servizi. Il Servizio Socio Assistenziale è rivolto a tutti i cittadini in condizioni di difficoltà per problemi familiari, economici, sociali, relazionali ed educativi. Tali problemi possono derivare da situazioni di emergenza familiare, carenza ambientale, devianza, salute precaria in età avanzata, handicap psicofisico.

Ci si può rivolgere ai Servizi Socio Assistenziali di base per richiedere tutte le prestazioni elencate nella presente Carta dei Servizi.

Il Servizio Socio Assistenziale è rivolto a tutti i cittadini in condizioni di difficoltà per problemi familiari, economici, sociali, relazionali ed educativi.

Tali problemi possono derivare da situazioni di emergenza familiare, carenza ambientale, devianza, salute precaria in età avanzata, handicap psicofisico.

Nel manuale sono stati elencati tutti i servizi erogabili dal settore socio-assistenziale di un ente locale e sono stati riportati casi pratici di atti che possono essere adottati dagli uffici competenti.

Esempio sul’assegno di maternità

Scarica gratis




Gli atti relativi al settore personale

L’ufficio Personale provvede a tutti gli adempimenti inerenti al trattamento giuridico ed economico del personale dipendente (e rapporti assimilati) oltre che degli amministratori di un ente locale. Svolge tutte le attività connesse all’amministrazione delle risorse umane dell’Ente, dall’organizzazione dei concorsi pubblici, alla gestione del rapporto di lavoro tra l’Ente e i dipendenti. Inoltre cura la tenuta e l’aggiornamento del fascicolo personale di ogni dipendente; provvede al controllo delle presenze del personale e alla rilevazione mensile delle assenze, alla vigilanza sulla disciplina legale e contrattuale degli orari di lavoro (ferie, permessi, scioperi, congedi, aspettative, malattie e richieste di visite fiscali). Cura gli adempimenti previdenziali, assistenziali ed assicurativi relativi al personale ed ai rapporti assimilati.

Lo sviluppo di una politica del personale deve tenere presente che gli ambiti in cui organizzativamente si sostanzia la gestione delle persone sono tre:

  • aspetti strutturali che riguardano sia il gioco dei ruoli rispetto alla gestione delle persone;
  • aspetti di regole, o sistemi operativi, che formalmente e ufficialmente costituiscono il framework in cui si opera
  • le culture organizzative che possono a loro volta distinguersi in stili di leadership o di direzione e culture organizzative diffuse, intendendo con questo termine ciò che è “accettabile” o addirittura auspicato nella coscienza collettiva dell’organizzazione in esame

Anche con riferimento a tale settore sono stati riportati casi pratici specifici necessari per la redazione dei relativi atti amministrativi.