Videocorso di chirurgia generale: la chirurgia della mammella

Pubblicato il 05 Febbraio 2018 11:11

EdiSES consiglia

Resta aggiornato

Seguici su Facebook

Concorsi Sanitari, Medicina Generale e SSM

Videocorso di chirurgia generale: la chirurgia della mammella

 
La mammella è una ghiandola tubuloalveolare composta, contenuta in uno sdoppiamento della fascia superficialis. Il parenchima mammario è organizzato in dotti, lobuli e stroma e può andare incontro ad alterazioni fisiologiche o patologiche.

La diagnostica di base della ghiandola mammaria

La diagnostica di base della ghiandola mammaria comprende:

  • Esame obiettivo
  • Mammografia
  • Ecografia mammaria
  • Risonanza magnetica mammaria

Le patologie mammarie

Le patologie mammarie benigne più frequenti sono:

  • Mastopatia fibrocistica
  • Fibroadenoma
  • Papilloma
  • Tumore filloide

Il tumore della mammella è il tumore maligno più frequente nelle donne e colpisce circa una donna su 8. Può manifestarsi come una massa palpabile durolignea a limiti sfumati che provoca retrazione cutanea. Il trattamento è multimodale e dipende dall’istotipo, dallo stadio e dall’assetto immunoistochimico.
Le opzioni principali sono:

  • la terapia sistemica (adiuvante o neoadiuvante),
  • la radioterapia e la terapia chirurgica.

La terapia chirurgica è una componente fondamentale del trattamento e comprende interventi conservativi, demolitivi, ricostruttivi e sul cavo ascellare.

La chirurgia della mammella: videolezione di approfondimento

In questa lezione, tratta dal libro Manuale di Medicina Generale di F. Frusone e G. Puliani, vengono analizzati nel dettaglio, tutti questi aspetti.

Per accedere alla videolezione clicca sull’immagine qui sotto.

chirurgia della mammella
Consulta le altre lezioni
Consulta il calendario completo delle videolezioni 

Di più sull’autore

Federico Frusone

Medico chirurgo specializzando in Chirurgia Generale e Senologica presso l’università “Sapienza” di Roma, divulgatore scientifico, compositore, blogger e autore di articoli scientifici, trattati specialistici e del nuovo Manuale di Medicina Generale (Edises 2017). Sempre con una penna in una mano e il bisturi nell’altra.

Condividi questo articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close