traccia svolta competenza imprenditoriale

Promuovere la competenza imprenditoriale: esempio di traccia svolta per il TFA IX ciclo

Mentre molti di voi sono impegnati nelle preselettive, c’è già chi si deve confrontare con la prova scritta TFA IX ciclo. In alcuni Atenei, infatti, la preselettiva, per alcuni gradi, non si terrà, perché le iscrizioni sono state in numero inferiore al doppio dei posti messi a bando e le università hanno già fissato, o sono in procinto di farlo, le date delle prove scritte.

Per sostenervi nella preparazione anche della prova scritta del TFA IX ciclo, allora, abbiamo deciso di pubblicare alcuni esempi di svolgimento, come siamo soliti fare ogni anno. Cominceremo svolgendo una traccia proposta per l’VIII ciclo dall’Università Bicocca, che trovate anche nella raccolta di tracce ufficiali scaricabile gratuitamente dal link alla fine di questo articolo.

La traccia

“Individuare e risolvere problemi, prendere decisioni, stabilire priorità, assumere iniziative, pianificare e progettare, agire in modo flessibile e creativo, fanno parte dello spirito di iniziativa e imprenditorialità(Indicazioni Nazionali e Nuovi Scenari, 2018). Il candidato illustri, anche attraverso degli esempi, in che modo i docenti possono promuovere lo spirito di iniziativa e di imprenditorialità su esposto.

Università Bicocca, VIII ciclo

Promuovere la competenza imprenditoriale

Lo sviluppo può essere visto come un processo di espansione delle libertà reali godute dagli esseri umani. Amartya Sen, Libertà è sviluppo

Per formare cittadini del mondo che sappiano vivere nella società e in questa autorealizzarsi, soddisfacendo così il più alto dei bisogni primari individuati da Abraham Maslow, è fondamentale fornire loro degli strumenti attraverso i quali possano acquisire consapevolezza sui propri talenti, interessi, aspirazioni e bisogni. In questo modo, potranno fare delle scelte, cogliere le opportunità che la vita offre loro e, attraverso il proprio impegno motivato e consapevole, contribuire a creare delle opportunità per tutti, generando “sviluppo” così come inteso nell’ambito dell’approccio della capacità di Amartya Sen e Martha Nussbaum.

Costruire sviluppo grazie alla propria competenza imprenditoriale

Nel percorso verso una sempre maggiore autoconsapevolezza, la scuola può e deve essere, per i giovani, il luogo in cui questi abbiano l’opportunità di svolgere attività utili a sviluppare la conoscenza di sé stessi, sia sul piano cognitivo sia su quello emotivo, al fine di maturare quella autostima e quella motivazione fondamentali per vivere attivamente e prendere l’iniziativa, per diventare “imprenditori di sé stessi” e delle proprie idee.

Oggi, infatti, una delle competenze chiave dell’apprendimento permanente è proprio quella imprenditoriale che, come specificato nelle Raccomandazioni del Consiglio Europeo del 2018,

si riferisce alla capacità di agire sulla base di idee e opportunità e di trasformarle in valori per gli altri. Si fonda sulla creatività, sul pensiero critico e sulla risoluzione di problemi, sull’iniziativa e sulla perseveranza, nonché sulla capacità di lavorare in modalità collaborativa al fine di programmare e gestire progetti che hanno un valore culturale, sociale o finanziario.

Idee, valori, creatività, impegno, capacità di collaborare, perseveranza, pensiero critico, problem solving, spirito di iniziativa sono tutti elementi fondamentali per poter vivere consapevolmente in un mondo che cambia velocemente e, non a caso, rientrano in quelle Life skills individuate, già nel 1993,  dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, cioè quelle competenze “che portano a comportamenti positivi e di adattamento” e “rendono l’individuo capace di far fronte efficacemente alle richieste e alle sfide della vita di tutti i giorni”.

Sviluppare la competenza imprenditoriale dei propri studenti  con l’autonarrazione

Molto possono fare gli insegnanti per favorire lo sviluppo delle competenza imprenditoriale e di tutte quelle skills che la compongono, senza dover ricorrere a effetti speciali o a chissà quali strumenti tecnologici. La cosa fondamentale è riuscire a offrire ai propri studenti la possibilità di riflettere su sé stessi, sui propri punti di forza e debolezza, per individuare interessi, passioni e talenti e tutte le risorse di cui dispongono per autodeterminarsi, cioè per compiere le scelte significative della propria vita in autonomia e con senso di responsabilità.

In questo percorso di conoscenza di sé stessi, l’autonarrazione – sia individuale sia condivisa – può essere uno strumento importantissimo, per sperimentare l’ascolto di sé stessi e degli altri e riflettere sulle esperienze significative della propria vita e sul perché lo siano. Come sostiene Jerome Bruner, infatti, la narrazione ci permette di costruire significati condivisi, di dare un senso e una organizzazione alla nostra esperienza, di acquisire consapevolezza sulle esperienze della nostra vita (per un approfondimento sulla narrazione e sull’autobiografia come cura del sé, vedi il nostro articolo sull’argomento).

Sviluppare la competenza imprenditoriale dei propri studenti con il compito di realtà

Un altro strumento utilissimo per sviluppare capacità come quella di risolvere problemi, collaborare, progettare, generare idee, creare strumenti è il compito di realtà, che per la sua complessità e rilevanza nel mondo reale, può offrire agli studenti la possibilità di sperimentare le proprie capacità nel raggiungimento di obiettivi significativi.

Associato a opportune attività di riflessione metacognitiva, il compito di realtà svolto in gruppo, diventa anche l’occasione di ragionare sul “come” si è arrivati a delle soluzioni, cioè su quali strategie e conoscenze sono state messe in campo, sulle emozioni provate durante il lavoro e su ciò che le ha generate, al fine di individuare aree di interesse, talenti, punti di forza, cioè tutti elementi che possono approfondire la consapevolezza su sé stessi e stimolare la motivazione, il senso di autoefficacia e l’autostima.

Preparati alla prova scritta TFA con Edises

Se ti stai preparando alla prova scritta TFA e ancora non lo conosci, scopri al link qui sotto il nostro volume dedicato! Troverai molti esempi di svolgimento sui principali argomenti delle quattro aree del programma ministeriale, per tutti i gradi di scuola. Noi intanto continueremo a proporre altri esempi di svolgimento qui, sul blog Edises, per darvi sempre nuovi spunti e suggerimenti per realizzare i vostri elaborati personali.

Prova scritta TFA sostegno

Il testo Tracce svolte per la prova scritta di EdiSES 2023 è aggiornato con le prove del VII ciclo.

I contenuti contengono spunti e suggerimenti su:

  • competenze socio-psico-pedagogiche
  • competenze su empatia e intelligenza emotiva
  • competenze su creatività e pensiero divergente
  • competenze organizzative.
acquista

Scarica una raccolta di tracce ufficiali

Le università propongono ogni anno tracce diverse, ma gli argomenti sono sempre quelli che fanno riferimento al programma ministeriale. Per darvi un’idea della tipologia di prova con cui potreste confrontarvi, abbiamo raccolto nel file scaricabile gratuitamente qui di seguito alcune tracce ufficiali proposte negli ultimi anni, divise per grado e con la specifica dell’Università che le ha elaborate. Una buona esercitazione in vista dello scritto è provare a svolgerle nel numero di righe richiesto dall’Ateneo presso il quale tenterete l’accesso.

Buon lavoro!

Array

Raccolta di tracce ufficiali degli Atenei

Scarica gratis




Unisciti al gruppo Telegram di Edises per la preparazione al TFA

Per confronti sui contenuti e sui materiali di studio, ti invitiamo a unirti a noi sul nostro gruppo Telegram dedicato al TFA sostegno didattico, dove potrai confrontarti direttamente con altri candidati come te e con la nostra redazione per chiarimenti e approfondimenti sui contenuti.