Malattie Endocrine: la Tiroide

Pubblicato il 14 Settembre 2020 10:58

EdiSES consiglia

Libri Concorsi Specializzazioni Mediche

Resta aggiornato

Seguici su Facebook

Concorsi Sanitari, Medicina Generale e SSM

Malattie Endocrine: la Tiroide

La tiroide è una ghiandola endocrina deputata alla produzione di ormoni tiroidei (T3 e T4), che può andare incontro a patologie organiche, funzionali o neoplastiche. In questa sede ci focalizzeremo sulle patologie tiroidee “benigne”, ovvero non neoplastiche, che possono portare a quadri di iper- o ipofunzione della ghiandola.

Per prima cosa, andiamo a rivedere i principali test di funzionalità tiroidea.

La tiroide: test di funzionalità

I principali test di funzionalità della tiroide sono elencati di seguito.

  • Il dosaggio del TSH è l’esame di prima scelta per la valutazione della funzionalità tiroidea
  • Il dosaggio delle frazioni libere (fT3 e fT4) è in realtà un approccio di secondo livello che può fornire informazioni aggiuntive al dosaggio del TSH
  • Il dosaggio della tireoglobulina (Tg) è molto importante per la valutazione dell’eventuale residuo tiroideo (accoppiato all’ecografia della tiroide), la diagnosi precoce di una recidiva di neoplasia tiroidea e nella diagnosi differenziale della tireotossicosi factitia
  • Il dosaggio degli autoanticorpi è fondamentale per la diagnosi di patologie tiroidee autoimmuni, rispettivamente la tiroidite di Hashimoto (anticorpi anti-Tg e anti-TPO) e il morbo di Flajani-Basedow-Graves (anticorpi anti-recettore del TSH o TRAB)

L’accoppiata tra dosaggio del TSH e delle frazioni libere può darci un’indicazione importante sul tipo di patologia tiroidea

Ipotiroidismo

L’ipotiroidismo è un termine che indica un quadro clinico caratterizzato da ipofunzione della ghiandola tiroidea con bassi livelli di ormoni tiroidei in circolo.

Può essere classificato schematicamente in:

  • Ipotiroidismo primitivo (dovuto a difetti intrinseci della tiroide);
  • Ipotiroidismo secondario (dovuto a difetti ipofisari, con riduzione dei livelli di TSH);
  • Ipotiroidismo terziario (dovuto a difetti ipotalamici, con riduzione dei livelli di TRH).

Alcune delle cause di ipotiroidismo sono:

  • Tiroidite di Hashimoto: ipotiroidismo autoimmune spesso associato alla presenza di anticorpi anti-tireoglobulina (anti-Tg) e anti-tireoperossidasi (anti-TPO);
  • Ipotiroidismo iatrogeno (post-chirurgia ipofisaria) o secondario a masse ipofisarie non secernenti;
  • Ipotiroidismo congenito (dovuto spesso a disgenesia tiroidea);
  • Sindrome di Refetoff (resistenza periferica all’azione degli ormoni tiroidei), di raro riscontro.

La sintomatologia classica comprende: debolezza, astenia, intolleranza al freddo, costipazione, depressione, perdita di capelli, aumento di peso, miopatia, disturbi mestruali, raucedine. All’esame obiettivo potremo riscontrare cute secca e fredda, edema palpebrale, bradicardia, iporeflessia, mixedema, alopecia.

La diagnosi, come abbiamo visto, può essere posta mediante il dosaggio di TSH, fT3, fT4, aggiungendo gli anticorpi anti-Tg e anti-TPO se sospettiamo una tiroidite di Hashimoto. Ad esami ematici di routine si può riscontrare iponatremia, ↑ LDL, ↑ trigliceridi, ↑ CPK.

Il trattamento prevede l’impiego di terapia sostitutiva con levotiroxina. Attenzione: nei pazienti anziani è preferibile iniziare con basse dosi e poi aumentare progressivamente.

Ipertiroidismo

L’ipertiroidismo è un termine che indica un insieme di patologie caratterizzate da iperfunzione della ghiandola tiroidea.

Per prima cosa è necessario distinguere l’ipertiroidismo dalla tireotossicosi:

  • L’ipertiroidismo è un quadro clinico caratterizzato dalla presenza di alti livelli di ormoni tiroidei in circolo, dovuta ad un’aumentata attività della tiroide (primitiva o secondaria a iperproduzione di TSH)
  • La tireotossicosi è un quadro clinico che deriva da un eccesso di ormoni tiroidei in circolo, in presenza di una normale responsività dei tessuti bersaglio

Quali sono le potenziali cause di ipertiroidismo e tirotossicosi?

  • Morbo di Flajani-Basedow-Graves: ipertiroidismo autoimmune dovuto alla presenza di anticorpi che stimolano il recettore del TSH (TRAB)
  • Gozzo multinodulare tossico (GMNT): ipertiroidismo dovuto alla presenza di adenomi tiroidei iperfunzionanti
  • Morbo di Plummer: ipertiroidismo dovuto alla presenza di un singolo adenoma tiroideo iperfunzionante
  • Tiroiditi: patologie caratterizzate da infiammazione transitoria della tiroide, con rilascio di ormoni precedentemente sintetizzati
  • Tireotossicosi fetale: dovuta al passaggio transplacentare di TRAB

La sintomatologia classica comprende: perdita di peso, intolleranza al caldo, palpitazioni, ansia, aumento della peristalsi, miopatia o debolezza muscolare prossimale, insonnia, disturbi mestruali. All’esame obiettivo è possibile riscontrare cute secca e fredda, edema palpebrale, bradicardia, iporeflessia, mixedema, alopecia.

  • Nel morbo di Graves sono presenti reperti aggiuntivi, tra cui il mixedema pretibiale, l’esoftalmo e l’acropachia tiroidea (aumento di volume delle dita di mani e piedi.

La diagnosi può essere posta mediante il dosaggio di TSH e ormoni tiroidei, aggiungendo il dosaggio dei TRAB se si sospetta un morbo di Graves. Possono essere d’aiuto anche esami strumentali, in primis l’ecografia tiroidea e la scintigrafia tiroidea (esame di secondo livello).

A seconda della patologia esistono più alterantive terapeutiche:

  • Trattamento sintomatico: beta-bloccanti in primis;
  • Trattamento chirurgico (tiroidectomia): utilizzato principalmente in presenza di noduli tiroidei iperfunzionanti;
  • Trattamento farmacologico (metimazolo, propiltiouracile): utilizzato nel morbo di Graves;
  • Trattamento con iodio 131: utilizzato nel morbo di Graves prevalentemente in UK e USA.

Malattie endocrine: il terzo tomo del manuale di Medicina e Chirurgia

Il tomo 3 del Manuale di Medicina e Chirurgia è stato pensato per agevolare il processo di memorizzazione delle basi teoriche per la preparazione al Concorso nazionale per le Scuole di specializzazione o del Corso di formazione specifica in Medicina generale.

Interamente a colori, ricco di illustrazioni, schemi e mappe concettuali contenenti una panoramica sulle principali patologie trattate nel testo.

Oggetto del volume sono le malattie endocrine e dell’apparato genito-urinario. Se ne descrivono, di ciascuna puntualmente, l’eziologia, il quadro clinico, la diagnosi e il trattamento.

Il testo è suddiviso in tre sezioni, Endocrinologia, Urologia e Andrologia, Nefrologia.

ACQUISTA

Concorso Medicina Generale 2020: esercitati gratis con le prove ufficiali CFSMG

Stai studiando per l’accesso al Concorso per l’accesso al Corso di Formazione di Medicina Generale?

Esercitati con le prove ufficiali degli anni precedenti

Di più sull’autore

Federico Frusone

Medico chirurgo specializzando in Chirurgia Generale e Senologica presso l’università “Sapienza” di Roma, divulgatore scientifico, compositore, blogger e autore di articoli scientifici, trattati specialistici e del nuovo Manuale di Medicina Generale (Edises 2017). Sempre con una penna in una mano e il bisturi nell’altra.

Condividi questo articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close