concorso educatori trento

Concorso per 60 educatori nella Provincia Autonoma di Trento

La Provincia Autonoma di Trento ha indetto un concorso, reso noto nel BUR n.46, per l’assunzione a tempo indeterminato di 60 educatori, di cui 20 posti riservati ai Volontari delle Forze Armate.

Vediamo di seguito come prendere parte alla selezione e quali sono i requisiti richiesti.

Concorso 60 educatori Trento: requisiti di partecipazione

I candidati al concorso per educatori a Trento devono essere in possesso, all’atto della domanda, di tutti i requisiti richiesti per le selezioni pubbliche, a cui si aggiunge il possesso di uno dei seguenti titoli di studio:

  • Diploma
  • Laurea
  • Qualifica di educatore professionale indirizzo socio-pedagogico
  • Qualifica di educatore professionale indirizzo socio-sanitario

Quando inviare la domanda di partecipazione?

La domanda di partecipazione al concorso indetto dalla Provincia Autonoma di Trento deve essere compilata e inviata in modalità telematica attraverso il portale dedicato.

Quali sono le prove d’esame?

Il concorso per educatori a Trento prevede l’espletamento di una prova preselettiva, una scritta, una pratica e una orale. La preselettiva consiste in un test a risposta multipla sulle seguenti materie:

  • nozioni sull’ordinamento statutario della Regione Trentino – Alto Adige/Südtirol e della Provincia autonoma di Trento
  • nozioni sul sistema educativo di istruzione e formazione del Trentino
  • nozioni riguardanti il trattamento dei dati e la privacy nelle istituzioni scolastiche e formative della Provincia autonoma di Trento
  • diritti e doveri dei pubblici dipendenti
  • aspetti normativi e pedagogici relativi ai processi di integrazione e inclusione degli studenti con bisogni educativi speciali nella scuola
  • aspetti pedagogici e psicologici dell’integrazione sociale e scolastica degli studenti con disabilità, in relazione alle diverse tipologie di deficit ed alle problematiche dell’età evolutiva
  • aspetti assistenziali, educativi e sociali degli interventi a favore dei ragazzi disabili o con bisogni educativi speciali, con particolare riguardo al ruolo ed all’intervento della famiglia, della comunità sociale ed al raccordo tra i servizi educativi, socio-sanitari e assistenziali presenti sul territorio
  • aspetti operativo – professionali dell’assistente educatore
  • organizzazione dei servizi educativi, sociali e sanitari a livello provinciale e nazionale
  • disciplina riguardante l’integrazione e l’inclusione degli studenti con bisogni educativi speciali

La prova scritta verte, invece, in un tema o quesiti a risposta aperta su una o più materie oggetto della preselettiva.

La prova pratica – attitudinale è volta valutare le attitudini personali del candidato in relazione alla professionalità richiesta e alle attività che è chiamato a svolgere, con particolare riferimento alla capacità di risoluzione di casi inerenti la gestione di specifiche attività in relazione al profilo professionale nonché la capacità di applicazione pratica delle conoscenze teoriche.

La prova orale, infine, consiste in una serie di domande a contenuto teorico sulle materie indicate in precedenza.

Scarica la Legge Provinciale Trento 7 agosto 2006, n.5

Scopri di più




Manuale per la preparazione

Manuale per la preparazione ai concorsi indetti dagli enti locali per il personale docente delle scuole dell’infanzia. Tra le estensioni web in omaggio con il libro: Materiali di approfondimento; Test di verifica; Software di simulazione. 

acquista

Resta aggiornato sui concorsi per educatori

Ulteriori dettagli sulla selezione di educatori a Trento sono disponibili su Infoconcorsi: attiva una notifica per restare sempre aggiornato su questo (a tanti altri) concorsi!