Concorso per 9 Dirigenti Scolastici presso istituzioni scolastiche bilingue sloveno-italiano

Pubblicato il 08 Agosto 2018 13:09

EdiSES consiglia

Resta aggiornato

Seguici su Facebook

Concorsi Scuola, Dirigenti Scolastici e DSGA

Concorso per 9 Dirigenti Scolastici presso istituzioni scolastiche bilingue sloveno-italiano

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale – Serie Concorsi n. 61 del 3 agosto 2018, il bando di concorso per 9 Dirigenti Scolastici presso le istituzioni scolastiche statali con lingua di insegnamento slovena o con insegnamento bilingue sloveno-italiano.
SCARICA IL BANDO

Requisiti di partecipazione

Il concorso è aperto ai docenti delle istituzioni scolastiche statali con lingua di insegnamento slovena o con insegnamento bilingue sloveno-italiano, in possesso dei requisiti generali per la partecipazione ai concorsi pubblici e del diploma di laurea magistrale, specialistica o diploma accademico di secondo livello rilasciato dalle istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica.
Per ulteriori dettagli sui requisiti di partecipazione consulta l’articolo 3 del bando.

Presentazione delle domande: termini e modalità di invio

La domanda di partecipazione va inviata utilizzando il modello allegato al bando e inviata tramite pec all’indirizzo drfr@postacert.istruzione.it. L’e-mail deve riportare il seguente oggetto: Concorso dirigenti scolastici scuole slovene_2018.
Per ulteriori dettagli sulla domanda di partecipazione consulta l’articolo 4 del bando.

Prove d’esame

I candidati al concorso dovranno sostenere le seguenti prove d’esame:

  • prova scritta – 5 quesiti a risposta aperta e due quesiti nella lingua straniera scelta dal candidato. Parte della prova sarà in lingua slovena. I quesiti verteranno sulle seguenti materie:
    1. normativa riferita al sistema educativo di istruzione e di formazione e agli ordinamenti degli studi in Italia con particolare attenzione ai processi di riforma in atto;
    2. modalità di conduzione delle organizzazioni complesse, con particolare riferimento alla realtà delle istituzioni scolastiche ed educative statali;
    3. processi di programmazione, gestione e valutazione delle istituzioni scolastiche, con particolare riferimento alla predisposizione e gestione del Piano Triennale dell’Offerta Formativa, all’elaborazione del Rapporto di Autovalutazione e del Piano di Miglioramento, nel quadro dell’autonomia delle istituzioni scolastiche e in rapporto alle esigenze formative del territorio;
    4. organizzazione degli ambienti di apprendimento, con particolare riferimento all’inclusione scolastica, all’innovazione digitale e ai processi di innovazione nella didattica;
    5. organizzazione del lavoro e gestione del personale, con particolare riferimento alla realtà del personale scolastico;
    6. valutazione ed autovalutazione del personale, degli apprendimenti e dei sistemi e dei processi scolastici;
    7. elementi di diritto civile e amministrativo, con particolare riferimento alle obbligazioni giuridiche e alle responsabilità tipiche del dirigente scolastico, nonché di diritto penale con particolare riferimento ai delitti contro la Pubblica Amministrazione e in danno di minorenni;
    8. contabilità di Stato, con particolare riferimento alla programmazione e gestione finanziaria presso le istituzioni scolastiche ed educative statali e relative aziende speciali;
    9. sistemi educativi dei Paesi dell’Unione Europea
      I quesiti in lingua straniera vertono su uno dei seguenti argomenti:

      • organizzazione degli ambienti di apprendimento, con particolare riferimento all’inclusione scolastica, all’innovazione digitale e ai processi di innovazione nella didattica;
      • sistemi educativi dei Paesi dell’Unione Europea.
  • prova orale – colloquio sulle materie della prova scritta, su elementi di informatica e di lingua straniera (la lingua  straniera è a scelta del candidato tra inglese, francese, tedesco e spagnolo).
    Parte del colloquio orale sarà svolto in lingua slovena.
  • tirocinio – i candidati che superano le prove d’esame saranno ammessi (sulla base di una graduatoria nazionale che tiene conto anche dei titoli), al corso di formazione dirigenziale e di tirocinio selettivo, finalizzato all’arricchimento delle competenze professionali dei candidati.

Il corso di formazione prevede due mesi di lezione in aula e quattro di tirocinio a scuola, che potranno essere anche integrati da sessioni di formazione a distanza. Al termine del tirocinio i candidati dovranno affrontare una prova scritta e un colloquio orale.

Come prepararsi alle prove

Per una preparazione efficace alle prove d’esame consulta il catalogo completo per i concorsi Dirigenti Scolastici
Resta aggiornato sul concorso: segui il calendario delle scadenze

Di più sull’autore

Francesca Pietropaolo

Una vita tra libri, riviste e web per professione e per diletto... la domanda è: esiste una linea di confine? Giornalista pubblicista, in Edises da Gennaio 2016 per la gestione della comunicazione e il coordinamento dei blog aziendali.

Condividi questo articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close