A scuola di test: attenzione alle false somiglianze nei quesiti

Pubblicato il 01 Maggio 2018 09:46

EdiSES consiglia

Resta aggiornato

Seguici su Facebook

Info e risorse, Preparazione ai concorsi

A scuola di test: attenzione alle false somiglianze nei quesiti

In questo nuovo approfondimento della rubrica A scuola di test vengono analizzate le false somiglianze.
In logica alcune tipologie di quesiti in apparenza simili prevedono strategie risolutive differenti. Vediamo due casistiche distinte.
I quesiti sugli alberi che costituiscono una recinzione e sui platani piantati non si risolvono nella stessa maniera. Mentre gli alberi che circondano la villa formano un quadrato, quelli che seguono una strada hanno una disposizione lineare. Nel primo caso quindi si risolverà il problema mediante una semplice proporzione, mentre nel secondo caso si dovrà “eliminare” un platano perché il primo è posizionato all’inizio della strada, cioè alla posizione 0 metri. Nel primo caso questa situazione non si verifica perché la posizione “0 metri” coincide con la posizione di “chiusura del quadrato” che è posta nell’esempio a 400 metri.
Quesito degli “alberi da piantare”
Questa domanda è presente in maniera similare diverse volte nel simulatore.
Arturo vuole piantare degli alberi attorno alla sua villa di campagna. Lasciando fra un albero e l’altro la distanza di 8 metri, sono necessari 50 alberi. Quanti ne occorrerebbero se la distanza tra 2 alberi consecutivi aumentasse di 2 metri?
A) 40
B) 35
C) 10
D) 25
La risposta corretta è 40 e discende da una eguaglianza che somiglia molto alla regola risolutiva adottata per i “quesiti dell’asta” di fisica. Si parte dal valore: 8 x 50 = 400. Ora se si varia la distanza tra gli alberi tale valore non deve cambiare. Quindi 10 x Y = 400 da cui Y = 40. Ovviamente poiché la distanza è aumentata gli alberi sono diminuiti
Quesito dei “platani lungo la strada”
Questa domanda è presente in maniera similare diverse volte nel simulatore.
Una strada lunga 104 metri ha in totale 28 platani posti su entrambi i lati. Sapendo che i platani sono tra loro equidistanti, a quale distanza è posto un platano dall’altro?
A) 8 metri
B) Circa 7,4 metri
C) Circa 3,7 metri
D) 4 metri
I platani sono disposti su due file, quindi sono 14 per ogni lato in 104 metri. Poiché il primo platano è situato all’inizio, cioè a zero metri, si deve dividere 104 per 13 per ricavare la distanza tra i singoli platani, che sarà pari a 8.
Quesiti della “bilancia”
Questa tipologia compare circa 10 volte nel simulatore. In genere la bilancia ha due piatti e si chiede di effettuare un certo numero di pesate per individuare l’oggetto con peso differente (in un solo caso la bilancia è ad un solo piatto, quiz 4033, in quel caso, riteniamo dunque più utile memorizzare la risposta corretta (7) piuttosto che comprendere il modello).
Esempio
Sandra ha 6 spille apparentemente identiche, una delle quali è però più pesante delle altre. Avendo a disposizione una bilancia a due piatti, quante pesate saranno sufficienti per essere certi di individuarla?
A) 6
B) 2
C) 3
D) 5
Dopo la prima pesata (3 e 3) rimangono 3 spille. Con la seconda pesata se ne comparano 2 delle 3 spille rimaste, se il peso delle due spille è uguale allora sarà la terza spilla quella più pesante.

Per approfondire

Per approfondire consigliamo il manuale Superare la prova a test
superare-la-prova-a-test-2017
Rivolto a quanti si trovano ad affrontare una prova di selezione con quiz a risposta multipla, il volume insegna le tecniche e i metodi di risoluzione per superare brillantemente questo tipo di prova concorsuale.
Il libro è suddiviso in due parti:

  • nella prima si fa riferimento all’organizzazione dello studio per una prova a test, ai metodi di lettura e di risoluzione delle domande, alla gestione tecnica e tattica della prova;
  • la seconda parte del testo è dedicata all’applicazione delle tecniche di lettura e di risoluzione dei quesiti

 
ACQUISTA

Di più sull’autore

Marco Bonora

Direttore didattico del settore formazione di EdiSES, è uno dei massimi esperti nella didattica orientata ai test. Ha insegnato in corsi universitari, partecipa a convegni, a progetti di formazione per docenti ed insegna nelle scuole le tecniche di risoluzione dei test. E’ autore di numerosi libri tra cui: "Superare la prova a test"

Condividi questo articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close