Terminata la preselezione, un breve riepilogo relativo alle prossime prove

Terminata la prova preselettiva, è tempo di pensare al concorso vero e proprio e, quindi, alle prossime prove che ci aspettano. Facciamo, quindi, un breve riepilogo di ciò che sappiamo:

1) Quando si terranno le prove scritte?
Nella gazzetta del 15 gennaio verrà pubblicato il calendario delle prove, che si terranno verosimilmente nella prima metà di febbraio.

2) in cosa consisteranno le prove scritte?
Il bando recita così: “una o più Prove scritte ovvero scritto-grafiche (art. 7 del bando) relative alle discipline oggetto di insegnamento consistenti in una serie di quesiti a risposta aperta finalizzati a valutare le competenze professionali e le discipline oggetto di insegnamento. La prova scritta della scuola primaria comprende anche l’accertamento della conoscenza della lingua inglese. Supera la prova chi ha ottenuto un punteggio minimo di 28 massimo di 40.”

3) Quali sono i programmi su cui prepararsi?
Trovate tutti i programmi indicati dal bando sintetizzati nelle nostre faq, selezionate la vostra classe per consultare il programma, tuttavia ricordate che tutti i programmi comprendono le cosiddette Avvertenze generali (vedi oltre punto 5) e tutti i programmi contengono la voce “conoscenza dei programmi di insegnamento relativi alla classe” (vedi punto 4). I programmi indicati dal bando li trovate sistematizzati qui (si veda punto 16)

4) Quali sono i programmi di insegnamento della mia classe di concorso?
Molte classi di concorso consentono di accedere ad una pluralità di insegnamenti, talvolta con programmi molto diversi. I programmi di insegnamento sono disseminati in una indicibile molteplicità di leggi e districarsi è talvolta molto complicato… li abbiamo raccolti e schematizzati tutti, li trovate qui

5) cosa sono le Avvertenze Generali?
Le Avvertenze Generali sono parte integrante di TUTTI i programmi e sono oggetto sia della prova scritta sia della prova orale. SI tratta di quelle competenze ritenute indispensabili per qualsiasi insegnante, a prescindere dall’insegnamento, e riguardano nozioni di base di legislazione scolastica (storia, organizzazione, struttura e funzionamento delle istituzioni scolastiche, ruolo, funzioni e responsabilità dei docenti, ovviamente ordinamenti) ed elementi di pedagogia, didattica e psicologia dello sviluppo.

Commenta con Facebook

Di più sull'autore

COMMENTA