Pubblicato il bando di concorso per 605 Allievi Marescialli della Guardia di finanza

Ecco i requisiti di accesso, la tipologia delle prove e il manuale per la preparazione

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il bando di Concorso pubblico, per titoli ed esami, per l’ammissione di 605 allievi marescialli all’88° corso presso la Scuola Ispettori e Sovrintendenti della Guardia di finanza, per l’anno accademico 2016/2017. Il termine ultimo per la presentazione della domanda è fissato per l’11 aprile 2016Consulta il bando sul sito della Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

Requisiti per l’ammissione al concorso

Possono partecipare al concorso:

Gli appartenenti al ruolo sovrintendenti e al ruolo appuntati e finanzieri, gli allievi finanzieri nonché gli ufficiali di complemento del Corpo della Guardia di finanza che:

  • Non abbiano, alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda, superato il giorno del compimento del 35° anno di età;
  • Siano in possesso, alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda, di un diploma di istruzione secondaria di secondo grado che consenta l’iscrizione ai corsi di laurea previsti dal D.M. 16 marzo 2007. Possono partecipare anche coloro che, pur non essendo in possesso del previsto diploma, lo conseguano nell’anno scolastico 2015/2016;
  • Non abbiano demeritato durante il servizio prestato;
  • Non siano stati giudicati, nell’ultimo biennio, “non idonei” all’avanzamento;
  • Non siano già stati rinviati, d’autorità, dal corso allievi marescialli, ovvero da corsi equipollenti, della Guardia di finanza;

cittadini italiani, anche se già alle armi, che:

  • Abbiano, alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda, compiuto il 18° anno di età e non abbiano superato il giorno di compimento del 26° anno di età;
  • Godano dei diritti civili e politici;
  • Non siano stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione;
  • Non siano stati ammessi a prestare il servizio civile nazionale quali obiettori di coscienza ovvero abbiano rinunciato a tale status;
  • Non siano, alla data dell’effettivo incorporamento, imputati o condannati per delitti non colposi, né sottoposti a misura di prevenzione o che non si trovino, alla data dell’effettivo incorporamento, in situazioni comunque incompatibili con l’acquisizione o la conservazione dello stato di ispettore della Guardia di finanza;
  • Siano in possesso delle qualità morali e di condotta stabilite per l’ammissione ai concorsi della magistratura ordinaria;
  • Non siano già stati rinviati, d’autorità, dal corso allievi marescialli, ovvero da corsi equipollenti, della Guardia di finanza;
  • Siano in possesso, alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda, di un diploma di istruzione secondaria di secondo grado che consenta l’iscrizione ai corsi di laurea previsti dal D.M. 16 marzo 2007. Possono partecipare anche coloro che, pur non essendo in possesso del previsto diploma, lo conseguano nell’anno scolastico 2015/2016.

Le fasi di selezione per Allievi Marescialli della Guardia di Finanza

Il concorso si articola su diverse fasi di selezione volte a valutare la preparazione e le attitudini dei concorrenti che desiderano intraprendere la carriera di Maresciallo.

Le prove consistono, precisamente, in:

  • Una prova preliminare;
  • Una prova scritta di composizione italiana;
  • Accertamento dell’idoneità psico-fisica;
  • Accertamento dell’idoneità attitudinale;
  • Una prova orale di cultura generale;
  • Un esame facoltativo in una o più lingue estere, consistente in una prova scritta e in una prova orale per ciascuna lingua prescelta;
  • Una prova facoltativa di informatica.

La prova preliminare

Tale prova consiste nella somministrazione di un questionario a risposta multipla composto da 100 domande, da svolgere nel tempo massimo di 80 minuti, volte ad accertare le conoscenze della lingua italiana, in particolare le abilita:

  • Linguistiche;
  • Orto grammaticali;
  • Sintattiche.

I questionari somministrati ai candidati sono tratti da una banca dati pubblicata sul sito internet www.gdf.gov.it, nella sezione relativa ai concorsi.

La prova scritta di composizione italiana

I candidati che superano la prova preliminare, senza attendere alcuna convocazione, sono tenuti a presentarsi nell’ora, nel giorno e nel luogo indicati dal bando. La prova scritta, della durata di sei ore, si effettua in un’unica giornata e consiste nello svolgimento di un tema di cultura generale adeguato ai programmi degli istituti di istruzione secondaria di secondo grado.

L’accertamento dell’idoneità psico-fisica e attitudinale

I candidati che conseguono l’idoneità alla prova scritta sono tenuti a presentarsi per l’effettuazione dell’accertamento attitudinale e, se idonei e non appartenenti al Corpo, per l’effettuazione dell’accertamento dell’idoneità psico-fisica in Roma, presso il Centro di Reclutamento della Guardia di Finanza.

Tali prove hanno il seguente svolgimento:

  1. 1° e 2° giorno: accertamento dell’idoneità attitudinale;
  2. 3°, 4° e 5° giorno: accertamento dell’idoneità psico-fisica.

 La prova orale di cultura generale

I candidati risultati idonei agli accertamenti attitudinali e agli accertamenti psico-fisici sono ammessi a sostenere la prova orale, consistente in:

  1. Un esame di storia ed educazione civica;
  2. Un esame di geografia;
  3. Un esame di matematica.

La durata massima per ciascun esame e di 15 minuti; l’esame verte sugli argomenti di due tesi estratte a sorte, infatti il programma relativo alle singole materie e suddiviso per tesi.

Le prove facoltative

In sede di compilazione della domanda di partecipazione l’aspirante può fare richiesta di essere sottoposto all’esame facoltativo di una o più lingue estere prescelte e/o alla prova facoltativa di conoscenza dell’informatica, pertanto il candidato che riportati l’idoneità nella prova orale di cultura generale, e chiamato a sostenere gli esami segnalati.

L’esito di detti esami ha solamente la finalità di incrementare il punteggio finale del candidato utile per dichiarare i vincitori del concorso, di conseguenza, in caso di un esito negativo delle stesse prove non segue l’esclusione dal concorso.

Il manuale per la preparazione

Concorso Allievi Marescialli Guardia di finanza
Teoria e test – Preparazione completa a tutte le fasi di selezione
di P. Nissolino
Il volume è indirizzato a quanti intendono partecipare al concorso per l’ammissione alla Scuola Ispettori e Sovrintendenti per la formazione dei Marescialli, indetto dal Comando Generale della Guardia di Finanza.
Sfoglia un’anteprima del manuale

Commenta con Facebook

Di più sull'autore

Sono redattrice e autrice specializzata in testi scientifici (matematici, statistici, ma anche economico-aziendali). Grazie alla mia "insana" passione per i numeri sono specializzata in test psicoattitudinali, di logica e di ragionamento numerico per i concorsi pubblici.

Potrebbe interessarti:

La struttura organizzativa delle Forze Armate in Italia

La struttura organizzativa delle Forze Armate Italiane è una struttura gerarchica molto rigida. Ai vertici di tale gerarchia è presente ...

Pubblicato il bando di concorso per Allievi Marescialli delle Forze…

Consulta i testi di Edises sui concorsi per le forze armate. Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il bando di Concorso pubblico, per titoli ed ...

Pubblicato il Concorso 2015 per Allievi Marescialli

Consulta i testi di Edises sui concorsi per le forze armate. Anche per l’anno 2015 è stato pubblicato il bando Unico ...

COMMENTA

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi