Concorso 250 Vigili del Fuoco: tutte le notizie aggiornate

Pubblicato il calendario della preselezione, banca dati l'11 aprile.

In Gazzetta Ufficiale – 4° Serie Speciale – Concorsi ed Esami n. 90 del 15-11-2016 è stato pubblicato il bando di concorso per 250 posti nella qualifica di Vigile del fuoco.

Il bando rappresenta il punto di arrivo di un lungo percorso che, con il Decreto del Ministero dell’Interno 1 agosto 2016, n. 180, ha modificato la disciplina del concorso pubblico per l’accesso alla qualifica iniziale del ruolo dei Vigili del fuoco.

Consulta e scarica il Bando di concorso completo di allegati

Riportiamo di seguito tutte le informazioni aggiornate sul concorso: le date,  le prove d’esame e le risorse di studio.

I posti messi a concorso

Il 10% dei 250 posti messi a concorso non sarà soggetto ad alcuna riserva. Infatti, l’art. 5 dell’Ordinamento del personale dei vigili del fuoco (decreto legislativo 217 del 2005) stabilisce una riserva del 90% dei posti ripartiti tra le categorie seguenti:

  • il 45% ai volontari in ferma breve o in ferma prefissata delle tre forze armate
  • il 25% al personale volontario del Corpo nazionale dei vigili del fuoco che, alla data di indizione del bando, sia iscritto negli appositi elenchi da almeno tre anni ed abbia effettuato non meno di 120 giorni di servizio
  • il 20% a coloro che abbiano prestato servizio civile, per non meno di un anno, nel Corpo nazionale dei vigili del fuoco

Lo stesso art. 5 stabilisce che i posti riservati e non coperti sono attribuiti agli altri aspiranti al reclutamento, per cui ulteriori posti oltre al 10% potranno essere destinati ai civili.

I candidati che si posizioneranno in graduatoria oltre il numero dei posti messi a concorso, ossia gli idonei non vincitori, potranno essere assunti dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco negli anni successivi in base ai posti che si renderanno disponibili.
Ci sono dunque buone possibilità di un’assunzione anche per chi non ha precedenti esperienze in divisa.

Le prove d’esame

Il bando prevede le seguenti prove d’esame:

  • Prova preselettiva
  • Prova motorio-attitudinale
  • Colloquio
  • Valutazione dei titoli di merito
  • Accertamento dei requisiti di idoneità psico-fisica e attitudinale

La prova preselettiva

La prova preselettiva del concorso per 250 Vigili del Fuoco si svolgerà presso la Fiera di Roma – Via Portuense, 1645 dal 29 maggio al 12 giugno alle ore 10.30 in base al seguente calendario:

Prova preselettiva concorso 250 Vigili del Fuoco

La prova consisterà nella risoluzione di quesiti a risposta multipla, così suddivisi:

  1. quesiti di tipo logico-deduttivo e analitico, finalizzati a misurare le capacità intellettive e di ragionamento del candidato;
  2. quesiti a risposta multipla su materie della scuola dell’obbligo:
  • Italiano
  • Storia
  • Cittadinanza e Costituzione
  • Scienze
  • Geografia
  • Tecnologia
  • Matematica (Aritmetica, Geometria, Misura, Dati)

Dunque, rispetto ai precedenti concorsi, nella prova preselettiva avranno un notevole peso i quiz di logica e sono state inserite due nuove materie che si studiano nella scuola dell’obbligo: scienze e tecnologia.

L’11 aprile 2017, sul sito www.vigilfuoco.it sarà pubblicata la banca dati dei quesiti dai quali saranno estratti quelli oggetto della prova preselettiva.

concorso 250 vigili del fuocoPer la preparazione delle materie della prova è disponibile il volume Concorso 250 Vigili del Fuoco –Teoria e test. Con l’acquisto del volume è possibile accedere gratuitamente al software per effettuare infinite simulazioni della prova preselettiva. Esercitati con la versione demo gratuita del simulatore



 

 

 

I candidati che si classificheranno nei primi 5000 posti della graduatoria della prova preselettiva saranno ammessi alle successive prove d’esame. Nella Gazzetta Ufficiale dell’11 aprile sarà pubblicata la conferma della sede, del giorno e dell’ora dell’esame.

La prova motorio-attitudinale

La prova si articola in quattro moduli finalizzati a verificare la capacita pratica, di forza, di equilibrio, di coordinazione, di reazione motoria, di acquaticità e l’attitudine a rivestire la qualifica di Vigile del fuoco. I candidati che si classificano nei primi 5.000 posti della graduatoria della prova preselettiva e tutti quelli che riportano lo stesso punteggio del candidato che si classifica al posto corrispondente al n. 5.000 sono ammessi alla prova motorio-attitudinale.

La prova motorio-attitudinale si svolgerà dal 2 ottobre al 22 dicembre 2017: scarica il calendario completo.

Consulta i video della prova motorio-attitudinale del precedente concorso per Vigili del Fuoco:
Modulo 1-2Vai al video
Modulo 3-4 – Vai al video

Per la descrizione e le modalità di esecuzione dei moduli, consulta la nostra guida completa.

Il colloquio

Il colloquio riguarderà:

  • organizzazione del Corpo nazionale dei Vigili del fuoco;
  • discipline tecnico-scientifiche applicative, correlate al titolo di studio richiesto per la partecipazione al concorso (scuola dell’obbligo)
  • informatica di base
  • conoscenze di base di una lingua straniera scelta dal candidato

Dunque, rispetto alle prove concorsuali finora svolte i cambiamenti più evidenti nel colloquio riguardano le discipline tecniche e scientifiche che si studiano nella scuola dell’obbligo.

Per ulteriori dettagli consulta la nostra guida

Il punteggio delle prove concorsuali

Per la valutazione delle prove di esame e dei titoli il punteggio massimo complessivo rimane di 100 punti, corrispondente alla somma dei seguenti punteggi massimi attribuiti a ciascun elemento di valutazione:

  1. prova motorio-attitudinale: il punteggio passa da 60 a 50 punti
  2. colloquio: il punteggio è 35 punti
  3. titoli: il punteggio passa da 10 a 15 punti

Ciò che cambierà sono i punteggi attribuiti a ogni elemento di valutazione.

Per ciascuno dei moduli della prova motorio-attitudinale e per il colloquio, il candidato riceve un voto compreso tra 1 e 10. All’esito di ciascuna delle suddette prove al candidato è attribuito un punteggio corrispondente al prodotto tra il decimo del voto conseguito nella singola prova o modulo e il punteggio massimo previsto per la singola prova o modulo, secondo la nuova formula di calcolo seguente:

concorso vigili del fuoco
dove:

  • P = punteggio conseguito dal candidato all’esito della singola prova o modulo;
  • Vsp = voto conseguito dal candidato all’esito della singola prova o modulo (espresso dalla commissione esaminatrice con un voto compreso tra 1 e 10);
  • Pmaxsp = punteggio massimo previsto per la singola prova o modulo.

Rispetto ai precedenti concorsi, è diversa, quindi, l’attribuzione del punteggio delle singole prove concorsuali e le formule di calcolo, mentre resterà invariato il punteggio massimo complessivo.

Risorse di studio per tutte le prove

concorso per 25 vigili del fuocoPreparati a tutte le prove concorsuali con il kit completo per il concorso 250 Vigili del fuoco.

Il kit comprende:

In omaggio con il kit

 

Resta aggiornato sulle principali scadenze del concorso: consulta il nostro calendario

Iscriviti al nostro gruppo Facebook Concorso Vigili del Fuoco 2016 – Gruppo di studio

Commenta con Facebook

Di più sull'autore

Sono redattrice e autrice specializzata in testi scientifici (matematici, statistici, ma anche economico-aziendali). Grazie alla mia "insana" passione per i numeri sono specializzata in test psicoattitudinali, di logica e di ragionamento numerico per i concorsi pubblici.

Potrebbe interessarti:

Guida ai concorsi per Allievi Marescialli Arma dei Carabinieri

I Marescialli dei Carabinieri sono inquadrati nel ruolo degli Ispettori. La selezione per l’ammissione ai corsi per Allievi Marescialli del ruolo ...

Il Corpo forestale dello Stato assorbito nell’Arma dei Carabinieri

Con il decreto legislativo 19 agosto 2016, n. 177, il Governo ha disposto l’accorpamento del Corpo Forestale dello Stato nell’Arma ...

Guida ai concorsi per Vigili del Fuoco

Come la maggior parte degli impieghi pubblici, l’accesso alla qualifica iniziale del ruolo del Vigile del Fuoco avviene mediante il ...

COMMENTA

Commenti

  • Davide 17 novembre 2016 alle 19:06

    Salve, ma effettuando la domanda, posso già preparami per la prova preselettiva, oppure verrà fatta un ulteriore graduatoria? e devo presentarmi gia con il certificato di attività sportiva agonistica alla prova preselettiva? Grazie mille.

    Rispondi
  • Simone 18 giugno 2017 alle 19:57

    Salve,
    Essendo già un vvf nel comando a Lodi volontario a Santangelo vorrei sapere se come categora protetta non si possono avere probabilità di essere assunti.
    Vi ringrazio

    Salve
    Simo Q.

    Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi