Cos’è SPID e come ottenere l’identità digitale: guida pratica

Tutte le informazioni sul Sistema Pubblico di Identità Digitale

Il Sistema Pubblico di Identità Digitale, noto con l’acronimo SPID, è la chiave d’accesso veloce e sicura a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione.

È possibile utilizzare l’identità digitale da tutti i device: computer, tablet e smartphone.
Esistono tre livelli di autenticazione tramite SPID, a seconda del grado di sicurezza di cui necessitano i servizi richiesti:

  1. Accesso ai servizi online tramite username e password;
  2. Oltre a username e password l’accesso è subordinato all’inserimento di una OTP (One time password), generalmente un codice temporaneo comunicato via sms;
  3. Le misure di sicurezza si allargano al possesso di dispositivi come la “Smart card”.

Come richiedere SPID e cosa occorre

Per ottenere l’Identità Digitale bisogna innanzitutto aver compiuto il diciottesimo anno di età.
Sono necessari, inoltre:

  • indirizzo e-mail valido
  • numero di cellulare
  • documento di identità in corso di validità (carta di identità, passaporto, patente)
  • tessera sanitaria con il codice fiscale

Come effettuare la richiesta di SPID?

Il primo passo per procedere alla richiesta di SPID è individuare uno degli otto Identity provider disponibili in rete (Aruba, Infocert, Intesa, Namirial, Poste, Register, Sielte e Tim).

Che cos’è l’Identity provider

L’Identity provider non è altro che un sito web in grado di offrire all’utente il servizio di autenticazione (tendenzialmente gratuito, ma ci sono anche servizi a pagamento) seguendo i livelli coincidenti con il grado di sicurezza e con diverse possibilità di riconoscimento (di persona, tramite carta di identità elettronica, firma digitale o webcam).

Scelto il provider, non resta che effettuare la registrazione compiendo tre semplici azioni:

  1. Inserire i dati anagrafici
  2. Creare le proprie credenziali (username e password)
  3. Effettuare il riconoscimento (attraverso una delle modalità proposte)

Il tempo di attesa tra la registrazione e l’ottenimento dell’identità digitale dipende dal singolo provider.

Perché avere la SPID?

Tra i tanti servizi per i quali è richiesta, l’identità digitale è necessaria per compilare la domanda di partecipazione a molti concorsi pubblici.
Inoltre, soltanto attraverso la SPID è possibile accedere ai vantaggi del Bonus 18App (500 euro da spendere in cultura per tutti i diciottenni) e della Carta del Docente (la carta elettronica per l’aggiornamento e la formazione dei professori).

Commenta con Facebook

Di più sull'autore

Laureato in Comunicazione Pubblica e d’Impresa, giornalista pubblicista dal 2015. Amante della scrittura in tutte le sue forme, lettore appassionato nel tempo libero. In EdiSES da Marzo 2018, collaboro alla gestione del blog e dei profili social dedicati alle Ammissioni Universitarie.

Potrebbe interessarti:

Carta del docente: come ottenere e utilizzare il bonus per…

Sei un docente di ruolo? Allora avrai già sentito parlare della “Carta del docente”, l’iniziativa del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e ...

Bonus docenti 500 euro: le ultime novità

Con una nota del 29 agosto 2016 il MIUR fornisce ulteriori indicazioni in merito alla “Carta del docente”, indicando le modalità ...

COMMENTA

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi