Guida ai concorsi per collaboratore amministrativo negli enti locali

Mansioni, requisiti per concorsi, prove d'esame e risorse di studio

Frequentemente, in Gazzetta Ufficiale vengono pubblicati bandi di concorsi per collaboratore amministrativo negli enti locali.

In questa guida pratica ti spieghiamo di cosa si occupa il collaboratore amministrativo, quali sono i requisiti per partecipare ai concorsi, quali sono le prove da sostenere e come prepararsi.

Il collaboratore amministrativo negli enti locali: di cosa si occupa

La figura del collaboratore amministrativo è inserita nella categoria B del personale amministrativo degli enti locali.
Vi rientrano i seguenti profili professionali:

  • Collaboratore amministrativo
  • Collaboratore professionale amministrativo
  • Collaboratore amministrativo servizi demografici
  • Addetto all’archivio

Il collaboratore amministrativo in genere si occupa di procedure ed operazioni più semplici. Ha, infatti, competenze teoriche di base di tipo amministrativo, statistico o organizzativo. Lavora in cooperazione con altri impiegati di livello superiore ed è dotato di autonomia e responsabilità nell’ambito di prescrizioni di massima

Più nello specifico:

  • Prescrive atti;
  • Redige corrispondenza e documenti di uso corrente;
  • Compila documenti, certificati e altre attestazioni che fanno capo al suo ufficio;
  • Archivia, protocolla, registra e reperisce documenti e atti.

Requisiti per la partecipazione ai concorsi per collaboratore amministrativo negli enti locali

I titoli di studio richiesti per l’accesso ai concorsi per collaboratore amministrativo sono i seguenti:

  • licenza di scuola (media) dell’obbligo;
  • eventuale corso di formazione specialistico per particolari profili professionali; in alternativa diploma di qualifica professionale biennale o triennale.

Le loro attività prevedono:

  • buone conoscenze specialistiche, la base teorica di conoscenze è acquisibile con la scuola dell’obbligo generalmente accompagnato da corsi di formazione specialistici, ed un grado di esperienza discreto;
  • contenuto di tipo operativo con responsabilità di risultati parziali rispetto a più ampi processi produttivi/amministrativi;
  • discreta complessità dei problemi da affrontare e discreta ampiezza delle soluzioni possibili;
  • relazioni organizzative interne di tipo semplice anche tra più soggetti interagenti, relazioni esterne (con altre istituzioni) di tipo indiretto e formale nonché relazioni con gli utenti di natura diretta.

Le prove d’esame dei concorsi per collaboratore amministrativo negli enti locali

Generalmente, i concorsi pubblici per collaboratore e collaboratore professionale amministrativo prevedono tre prove d’esame. Di queste, due sono scritte e a contenuto teorico/pratico e l’ultima è una prova orale.

Il candidato deve rispondere a quiz a risposta multipla sulle materie indicate nel bando, che possono essere diverse a seconda dell’ufficio in cui si sarà inseriti, ma che generalmente spaziano dalle materie di base (diritto costituzionale, amministrativo, degli enti locali, rapporto pubblico impiego, ordinamento contabile e attività contrattuale, reati contro la P.A) alle materie più specialistiche dell’area amministrativa (attività, procedimento e privacy, anticorruzione e trasparenza, servizi comunali di interesse statale, principali servizi erogati dagli enti locali).

Nell’ambito della prova orale si accerta anche il grado di conoscenza di una lingua straniera e dell’uso delle apparecchiature e applicazioni informatiche più diffuse (PC, Email, word, excel ecc.).

Come prepararsi alle prove d’esame

Per una preparazione efficace alle prove d’esame è disponibile il volume specifico:

collaboratore-professionale-e-istruttore-area-amministrativa-degli-enti-localiTeoria e test per le prove dei concorsi per collaboratore professionale e istruttore negli enti locali – Area amministrativa
Manuale per apprendere tutte le materie oggetto delle prove concorsuali, partendo dalle discipline di base e proseguendo con quelle specialistiche dell’Area amministrativa per i profili professionali indicati.
La trattazione è aggiornata alle ultime novità normative, tra le quali si ricordano la legge sulla concretezza della Pubblica Amministrazione (L. 56/2019), la legge di conversione del decreto sblocca cantieri (L. 55/2019, di conversione del D.L. 32/2019), la nuova legge anticorruzione (L. 3/2019) e altri provvedimenti di interesse per chi opera negli enti locali.

Ogni Sezione è completata da Test a risposta multipla. Per prepararsi alla prova pratica, in Appendice è riportata una Guida agli atti degli enti locali, con esempi e una rassegna dei principali atti adottati dagli organi collegiali e monocratici.

ACQUISTA

Ulteriori strumenti sono disponibili online, come il software per effettuare infinite simulazioni delle prove di selezione con ulteriori domande su tutte le discipline trattate.

PROVA UNA DEMO GRATUITA DEL SOFTWARE

Potrebbe interessarti anche: guida ai concorsi per collaboratori amministrativi nelle aziende sanitarie

Per tutte le informazioni e gli aggiornamenti sui concorsi negli enti locali segui la sezione specifica del nostro blog

Non perdere le nuove opportunità: iscriviti a infoconcorsi e scopri come attivare una notifica

Commenta con Facebook

Di più sull'autore

Laureata in Scienze Internazionali e Diplomatiche. Tanti i miei interessi, tra questi il giornalismo storico e la scrittura. Ho lavorato diversi anni nei vari rami dell'editoria tra riviste e libri, ma l'aspetto che più mi caratterizza in questo settore è l'acquisto e la lettura compulsiva di libri

COMMENTA