Decreto Legge 104 del 21 settembre 2019: tornano al Mibac le competenze in materia di turismo

Dal 22 settembre le funzioni in materia di turismo tornano al Ministero dei Beni Culturali

Dal 22 settembre il MIBAC (Ministero per i Beni e le Attività Culturali) torna a chiamarsi MIBACT (Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo). Lo dispone il decreto legge 21 settembre 2019, n. 104 (in vigore, appunto, dal 22 settembre 2019) che, all’art. 1, ha disposto:

  • il trasferimento al Mibac delle funzioni in materia di turismo che il D.L. 86/2018 aveva attribuito al Ministero delle Politiche agricole. Fino al 31 dicembre 2019, il Ministero per i beni culturali si avvale, per lo svolgimento delle funzioni in materia di turismo, delle competenti strutture del Ministero delle Politiche agricole. Dal primo gennaio 2020, sono ritrasferite al Mibac le risorse umane, strumentali e finanziarie che il DPCM 12 dicembre 2018 aveva attribuito al Mipaaft;
  • la dotazione organica dirigenziale del Ministero per i beni e le attività culturali è rideterminata nel numero massimo di ventisette uffici dirigenziali generali (comma 7 e comma 13);

I commi 13, 14 e 15 dell’articolo 1 provvedono, pertanto, a apportare diverse modificazioni al decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300 per il trasferimento delle funzioni in esame. In particolare:

  • la denominazione del Ministero ritorna ad essere “Ministero per i beni e le attività̀ culturali e per il turismo” (MIBACT);
  • il nuovo art. 52 del D.Lgs. 300/1999 ascrive al Mibact le attribuzioni spettanti allo Stato in materia di beni culturali, beni paesaggistici, spettacolo, cinema, audiovisivo e turismo.

Infine, il comma 17 dell’art. 1 dispone la modifica, entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto legge, dello statuto dell’ENIT-Agenzia Nazionale del Turismo, al fine di prevedere la vigilanza da parte del Ministero per i beni e le attività̀ culturali e per il turismo.

Per semplificare e accelerare il riordino dell’organizzazione da Mibac a Mibact, fino al 15 dicembre 2019 i regolamenti di organizzazione possono essere adottati con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro competente, di concerto con il Ministro per la pubblica amministrazione e con il Ministro dell’economia e delle finanze, previa delibera del Consiglio dei ministri. A decorrere dalla data di efficacia tali decreti cesserà di avere vigore, per il Ministero interessato, il regolamento di organizzazione vigente.

Scarica qui l’art. 1 del decreto legge 104/2019

Il decreto legge 104/2019 deve essere convertito in legge entro il 20 novembre 2020. Come noto, l’organizzazione, l’ordinamento e le competenze del Ministero Beni culturali sono oggetto della prova scritta del concorso indetto dal MIBAC (il 9 agosto 2019, data di pubblicazione del bando in Gazzetta, si chiamava ancora così) per 1052 Assistenti alla fruizione, accoglienza e vigilanza.

Non si conosce ancora, ovviamente, la data della prova scritta (ma sarà sicuramente successiva al 20 novembre); entro il 15 dicembre 2019, in ogni caso, dovrebbe giungere a compimento la riorganizzazione del MIBACT: a decorrere dalla data di efficacia del nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, cesserà di avere vigore il regolamento di organizzazione emanato l’8 agosto 2019, il D.P.C.M. n. 76 del 2019 (il Regolamento di organizzazione del Ministero).

Decreto Legge 104 del 21 settembre 2019 e il concorso MIBAC per assistenti alla Vigilanza

concorso-mibac-1052-assistenti-alla-fruizione-accoglienza-e-vigilanza-prova-scritta-e-orale_2Di tutte queste novità, daremo ovviamente conto negli aggiornamenti online del volume Concorso MIBAC 1052 Assistenti alla fruizione, accoglienza e vigilanza – Prova scritta e orale

Nel frattempo, abbiamo già reso disponibile, nell’area riservata di quanti hanno acquistato il volume, un primo aggiornamento al D.L. 104/2019.

ACQUISTA

 

 

 

 

 

Concorso MIBAC per assistenti alla Vigilanza: link utili

 

Commenta con Facebook

Di più sull'autore

COMMENTA