Concorso ordinario infanzia e primaria: ecco la bozza del decreto

Concorso con validità biennale, 10.183 posti

Sta circolando in questi giorni la bozza del decreto che detta disposizioni sul concorso ordinario per personale docente nella scuola dell’infanzia e scuola primaria e per i posti di sostegno.

Scarica la bozza del decreto

I concorsi, si legge nella bozza del decreto, saranno banditi ogni due anni esclusivamente nelle regioni e per i ruoli con effettiva carenza di posti in organico.

Chi potrà partecipare al concorso ordinario? Quali sono le prove d’esame previste e come prepararsi? Come si presentano le istanze di partecipazione? Tutte le informazioni in questa guida pratica al concorso ordinario per infanzia e primaria.

Requisiti per la partecipazione al concorso

Il concorso ordinario per docenti di scuola infanzia e primaria e per posti di sostegno è aperto ai candidati in possesso dei seguenti requisiti:

  • titolo di abilitazione all’insegnamento conseguito con i corsi di laurea in scienze della formazione primaria o titolo analogo
  • diploma magistrale conseguito entro l’anno 2001/2002 o analogo titolo di abilitazione
  • titolo di specializzazione sul sostegno o analogo titolo (esclusivamente per i posti di sostegno)

Per saperne di più sull’equipollenza dei titoli leggi l’approfondimento

Presentazione delle istanze di partecipazione

I candidati possono presentare istanze di partecipazione in un’unica regione per una o più delle procedure concorsuali per le quali posseggono i requisiti sopra indicati. L’istanza va presentata entro 30 giorni dalla pubblicazione del bando in Gazzetta.

Prove d’esame

Il concorso ordinario per scuola infanzia e primaria e per i posti di sostegno prevede le seguenti prove d’esame:

  • prova preselettiva
  • prova scritta
  • prova orale

Prova preselettiva

La prova preselettiva (computer based) è volta ad accertare le capacità logiche, di comprensione del testo, di conoscenza della normativa scolastica e del livello B2 della lingua inglese.

Prova scritta per i posti comuni e di sostegno

La prova scritta prevede 3 quesiti a risposta aperta così ripartiti:

  • per i posti comuni, due quesiti volti ad accertare conoscenze e competenze didattico-metodologiche in relazione alla disciplina oggetto di insegnamento nella scuola primaria e ai campi di esperienza nella scuola dell’infanzia e un quesito articolato in 8 domande a risposta chiusa per la verifica e la comprensione di un testo in lingua inglese a livello B2.
  • per i posti di sostegno, due quesiti aperti sulle metodologie didattiche da applicare alle diverse tipologie di disabilità per valutare la conoscenza dei contenuti e delle procedure volte all’inclusione scolastica e un quesito articolato in 8 domande a risposta chiusa per la verifica e la comprensione di un testo in lingua inglese a livello B2.

Le tracce delle prove sono predisposte dal MIUR a livello nazionale.

Prova orale

La prova orale ha una durata di 30 minuti e e consiste nella progettazione di un’attività didattica.

La prova orale per i posti comuni è finalizzata all’accertamento della preparazione del candidato in base al programma indicato nell’allegato A (non ancora disponibile) e valuta la padronanza delle discipline nonché la capacità di progettazione didattica efficace anche con riferimento alle TIC.

La prova orale per i posti di sostegno verte sul programma dell’allegato A e valuta la e competenze del candidato nelle attività di sostegno all’alunno con disabilità, volte alla definizione di ambienti di apprendimento, alla progettazione didattica e curricolare per garantire l’inclusione scolastica e il raggiungimento di obiettivi adeguati alle potenzialità e alle differenti tipologie di disabilità anche mediante l’impiego delle TIC.

La prova orale per i posti comuni e di sostegno valuta anche la capacità di comprensione e conversazione in lingua inglese (almeno livello B2).

Come prepararsi alle prove d’esame

Per una preparazione efficace alle prove d’esame consigliamo i seguenti volumi:

Per i posti di sostegno consulta il manuale specifico

Scopri come accedere alle sintesi gratuite delle Avvertenze Generali

Valutazione delle prove

Le commissioni dispongono di 10 punti così ripartiti:

  • 40 per la prova scritta
  • 40 per la prova orale
  • 20 per i titoli

La valutazione delle prove preselettive non concorre a formare il punteggio utile alla graduatoria. Per la preselezione la commissione assegna:

  • 1 punto alle risposte esatte
  • 0 punti alle risposte errate o non date

Commenta con Facebook

Di più sull'autore

Una vita tra libri, riviste e web per professione e per diletto... la domanda è: esiste una linea di confine?

Potrebbe interessarti:

Concorso straordinario Scuola Infanzia e Primaria: bando in Gazzetta

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale – Serie Concorsi n. 89 del 9 novembre 2018 il bando di concorso straordinario per titoli ed esami ...

Concorso scuola 2018 – Cosa sono le Avvertenze Generali e…

La nuova disciplina del reclutamento del personale docente (Decreto legislativo 59 del 2017) richiede la conoscenza del programma di cui ...

Concorso scuola 2018 per abilitati: guida al bando e suggerimenti…

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale – Serie Concorsi n. 14 del 16 febbraio, il bando di concorso 2018 per il reclutamento ...

COMMENTA

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi