Concorsi Regione Campania: 60.000 posti per diversi profili professionali

Dal 2018 corsi-concorso per diplomati e laureati, 181 posti al comune di Napoli: ecco tutte le informazioni

“Un grande progetto per ringiovanire la pubblica amministrazione, accrescere l’efficienza e dare una prospettiva di lavoro e non di assistenza ai giovani della Campania”. Sono queste le parole che ha usato il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nel commentare la firma, con il Sottosegretario alla Funzione Pubblica, Angelo Rughetti, di un protocollo d’intesa sulle assunzioni con concorsi regionali, sia per diplomati sia per laureati, considerato che, dei 270mila dipendenti pubblici in Campania, più della metà ha più di 60 anni e che nel quinquennio 2018/2023 ne andranno in pensione almeno 60mila.

Il protocollo prevede uno studio che individuerà le figure professionali necessarie e, in seguito, l’avvio di procedure di selezione su base regionale.

I criteri di selezione del personale saranno stabiliti dal Formez–RIPAM (progetto di riqualificazione della pubblica amministrazione), che avvierà i corsi-concorso con 12 mesi di borsa di studio e successivi 12 mesi di assunzione a tempo determinato (part-time). Per i vincitori assegnati alla stessa Regione e agli Enti Locali che hanno le facoltà assunzionali, è prevista la trasformazione del contratto da tempo determinato a tempo indeterminato.

Concorsi al Comune di Napoli: 181 assunzioni a tempo determinato

Sempre il Ripam molto probabilmente gestirà le procedure del concorso pubblico preannunciate dal Comune di Napoli: l’amministrazione partenopea, nell’ambito del potenziamento del Sia (il sostegno all’inclusione attiva, una misura di contrasto alla povertà), ha parlato di 181assunzioni a tempo determinato (per due anni) delle seguenti figure:

  • 54 assistenti sociali
  • 37 istruttori direttivi amministrativi
  • 12 istruttore direttivi economico finanziari
  • 7 funzionari informatici
  • 50 educatori professionali
  • 21 psicologi a part time.

Il concorso dovrebbe partire già nelle prossime settimane.

Concorsi Regione Campania e Comune di Napoli: cosa iniziare a studiare

Il Formez, quasi certamente, adotterà la formula della prova preselettiva attitudinale, in cui i candidati sono chiamati a rispondere, in un tempo predeterminato, a una serie di quesiti a risposta multipla per la verifica delle capacità di apprendimento di carattere logico-matematico e critico-verbale.

Per ulteriori dettagli sulle tipologie di quesiti scarica la nostra guida gratuita

RIPAMPuoi iniziare a prepararti con il nostro Manuale I test RIPAM per le preselezioni

In omaggio con il volume:

 

 

Commenta con Facebook

Di più sull'autore

Sono redattrice e autrice specializzata in testi scientifici (matematici, statistici, ma anche economico-aziendali). Grazie alla mia "insana" passione per i numeri sono specializzata in test psicoattitudinali, di logica e di ragionamento numerico per i concorsi pubblici.

Potrebbe interessarti:

Concorso INPS 2017: cosa iniziare a studiare

Il presidente dell’INPS, Boeri, lo ha confermato l’8 novembre con un tweet: l’INPS sta per bandire un concorso per 365 ...

Concorsi: autorizzate migliaia di assunzioni nelle amministrazioni pubbliche per il…

Con due decreti diffusi il 12 ottobre 2017 il Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione ha annunciato di ...

Dirigenti nell’Agenzia delle Entrate: ci saranno i nuovi bandi?

Nei prossimi mesi l’Agenzia delle Entrate dovrà necessariamente bandire un nuovo concorso per ricoprire i numerosi posti rimasti vacanti o ...

COMMENTA

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi