Bandi ammissioni Accademie Militari: istruzioni per l’uso

Allievi Ufficiali alle Accademie Militare, Navale e Aeronautica per sfornare i futuri Ufficiali dell’Esercito, della Marina, dell’Aeronautica e dell’Arma dei Carabinieri, alcuni dei quali potrebbero diventare anche dei medici. E poiché le selezioni per le accademie militari sono, di norma, lunghe e complesse, a cominciare proprio dai bandi, proviamo noi a segnalarvi i punti più importanti. Se poi volete provare  a diventare medici entrando dalla porta.

Le iscrizioni ai vari concorsi sono esclusivamente on line. Per accedervi, occorre registrarsi sul sito del Ministero della Difesa, www.difesa.it, cercare l’area di interesse (Esercito, Marina, Aeronautica, Carabinieri) e, una volta entrati nella pagina, individuare il link per le iscrizioni on line. In alternativa, per le sole domande alle Accademie dell’Esercito, Marina e Aeronautica, potete seguire le indicazioni segnalate sul portale dei concorsi on line del Ministero della Difesa all’indirizzo https://concorsi.difesa.it/default.aspx. La procedura di registrazione è un po’ complessa, ma non preoccupatevi, perché l’intero percorso è disseminato di spiegazioni e chiarimenti. L’importante è che abbiate installato sul computer da cui vi registrerete il browser Windows Explorer 9 (o versioni successive) oppure Mozilla Firefox 3 (o versioni successive); assolutamente sconsigliato l’utilizzo di Google Chrome.

I concorsi si svolgeranno a tappe; ogni prova superata abiliterà i candidati a sostenere la prova successiva. La prima, in programma a metà febbraio, è una preselezione, da cui sono esclusi gli aspiranti ufficiali della Marina, che invece saranno gli unici a dover cimentarsi in un quiz scritto di cultura generale.

Il giorno delle preselezioni i candidati dovranno portare, oltre a una penna a sfera nera, la stampa dell’avvenuta acquisizione della domanda di iscrizione al concorso. In genere, la preselezione consiste in un test scritto a risposta multipla (il numero di domande varia a seconda del concorso) su materie che vanno dalla conoscenza della lingua italiana, alla storia, educazione civica, geografia, anatomia e scienze, inglese, matematica, logica, cultura generale e informatica, sempre a seconda del concorso.

Agli aspiranti allievi ufficiali della Marina, invece, tocca un quiz composto da 120 quesiti a risposta multipla su materie come italiano, matematica, educazione civica, fisica, storia e inglese. Passata la preselezione, ciascun concorso prevede prove, e sequenze di prove, diverse. In ogni caso, tutti i candidati dovranno ottenere l’idoneità psicofisica (per intenderci, la stessa che viene richiesta al servizio militare), l’idoneità fisica (è obbligatorio esibire il certificato medico per la pratica sportiva agonistica dell’atletica leggera, e solo per la Marina, anche del nuoto) e l’idoneità attitudinale, che mira a verificare se i candidati sono in possesso delle capacità e dei requisiti per lavorare nelle Forze Armate e nell’Arma dei Carabinieri. Solamente per gli allievi ufficiali dell’Aeronautica le due idoneità – fisica e attitudinale – saranno invece valutate durante il tirocinio psicoattitudinale e comportamentale.

Tutti gli aspiranti ufficiali, inoltre, dovranno sottoporsi a una prova scritta di composizione italiana (da cui però sono esclusi i candidati della Marina) che consiste nello svolgimento di un tema su argomenti di cultura generale corrispondenti alle materie previste nei programmi delle scuole superiori, a una prova scritta di biologia, chimica e fisica sotto forma di test a risposta multipla, ma solo se si sceglie di seguire il corso di laurea in Medicina e Chirurgia, e a una prova orale di matematica, a seconda dei concorsi (gli aspiranti allievi ufficiali dei Carabinieri saranno interrogati anche su educazione civica, storia e geografia).

L’esame orale di inglese, poi, è obbligatorio per gli allievi ufficiali dell’Aeronautica, ma è facoltativo per tutti gli altri concorrenti, che hanno anche la possibilità di scegliere la lingua straniera tra quelle indicate nell’appendice del bando di riferimento. È chiaro che con le prove facoltative i candidati accumulano punti che andranno a sommarsi agli esami obbligatori. Infine, i candidati dell’Esercito e dei Carabinieri dovranno svolgere un tirocinio che durerà minimo un mese, massimo due, durante cui tutti gli allievi saranno ulteriormente selezionati sulla base del rendimento fornito nelle attività militari e scolastiche. Agli allievi ufficiali dell’Aeronautica spetterà invece un tirocinio particolare, nel quale saranno valutati sotto il profilo psico-attitudinale e comportamentale.

In ciascun volume troverete, tra l’altro, consigli utili per superare la prova di preselezione culturale e la prova scritta di composizione italiana, le principali conoscenze su tutte le materie oggetto delle diverse prove concorsuali, quiz a risposta multipla per verificare il livello della vostra preparazione e, di fondamentale importanza, la possibilità di utilizzare un software di simulazione con cui effettuare infinite simulazioni d’esame o esercitazioni mirate sulle singole materie.

Manuali per la preparazione

Per una preparazione efficace, scegli i nostri manuali. In ciascun volume troverete consigli utili per superare la prova di preselezione culturale e la prova scritta di composizione italiana, le principali conoscenze su tutte le materie oggetto delle diverse prove concorsuali, quiz a risposta multipla per verificare il livello della vostra preparazione e, di fondamentale importanza, la possibilità di utilizzare un software di simulazione con cui effettuare infinite simulazioni d’esame o esercitazioni mirate sulle singole materie.

Commenta con Facebook

Di più sull'autore

COMMENTA